NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Google Art Project si espande

Un anno fa partiva il Google Art Project , il progetto di Google dedicato alla fruizione delle collezioni di opere d'arte tramite il web, e che permette di visitare diversi musei del mondo in maniera virtuale.
Dopo poco più di un anno Mountain View ha  annunciato che Google Art Project, si è arricchito di ben 151 nuove strutture museali grazie alla partnership con 40 paesi e di 30.000 nuove opere fotografate in alta definizione.
Considerando che il progetto era partito nel febbraio 2011 con 20 musei e un migliaio di opere si può dire che il progetto procede in maniera piuttosto rapida.
Da oggi si potranno ammirare le opere conservate nel Museo dell’Arte Islamica in Qatar o la National Gallery of Modern Art di Delhi. Anche i Musei Capitolini di Roma hanno aderito al progetto permettendo al tutto il mondo di far conoscere le proprie collezioni tramite la navigazione tra gli spazi dell'Esedra del Marco Aurelio e la Sala degli Orazi e Curiazi.  

Il più importante museo inserito di recente è senz'altro la National Gallery di Londra, ma l'attenzione di Google si sta rivolgendo anche ad altri luoghi e monumenti ritenuti importanti da un punto di vista storico e artistico. Tra questi si parla molto della Casa Bianca che è divenuta a far parte del patrimonio artistico fruibile online.
Inoltre Art Project presenterà in futuro ulteriori novità, come la fruizione di luoghi generalmente fuori dai classici itinerari turistici, quali possono essere le pitture rupestri del sud frica, o l'arte aborigena in Australia e la street art brasiliana
Disponibile sui tablet con piattaforma Android Google Art Project sarà presto disponibile anche sugli iPad.

Sostieni la rivista Archeomatica ed il sito Archeomatica.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata ai beni culturali, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo