NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

MosAIc: l'Intelligenza Artificiale che svela le analogie nascoste dei Beni Culturali

MosAIc: l'Intelligenza Artificiale che svela le analogie nascoste dei Beni Culturali

Cosa possono avere in comune un elmo in metallo dell’antica Cina e un ombrellino parasole in seta dell’America del 19° secolo? A parte appartenere entrambi alle collezioni del MET (Metropolitan Museum of Art) apparentemente nulla, ma per l’intelligenza artificiale una connessione esiste. Il laboratorio CSAIL del MIT ha sviluppato un algoritmo che trova i legami tra opere artistiche di tutto il mondo e di tutte le epoche: MosAIc, un esperto d’arte sui generis.

Stonex Cube-scan: software 3D facile da usare e intuitivo

Stonex Cube-scan: software 3D facile da usare e intuitivo

Il Software Cube-scan fa parte di Stonex Cube-suite, l’ecosistema di Software progettati da Stonex. Facile da usare ed intuitivo, consente flussi di lavoro 3D di base. Importa nuvole di punti dallo scanner Stonex o da diversi sensori e puliscile tramite strumenti di selezione. Allinea le nuvole di punti scegliendo tra una varietà di modalità di registrazione. Esporta nuvole di punti registrate per lavorare con il tuo software o elabora misure, curve di livello, spigoli e ortofoto.

Nuove prospettive di valorizzazione e conservazione dei Beni Culturali e Archeologici con gli Scanner 3D

Nuove prospettive di valorizzazione e conservazione dei Beni Culturali e Archeologici con gli Scanner 3D

In questo particolare momento storico è sempre più difficile recarsi di persona nei musei e nei siti archeologici. Pertanto, diventa cruciale fornire gli strumenti e la possibilità a chiunque di poter ammirare anche solo virtualmente i reperti, quali sculture, monumenti e manufatti di pregevole fattura che ci hanno lasciato in eredità le civiltà del mondo antico. La scansione 3D è ad oggi la tecnologia più veloce per la ricostruzione tridimensionale ed è sempre più utilizzata per la protezione e il restauro dei reperti storici e archeologici.

Uno studio sul DNA antico getta nuova luce sui Caraibi

Uno studio sul DNA antico getta nuova luce sui Caraibi

E' stato pubblicato recentemente sulla rivista Nature il più grande studio condotto fino a questo momento sul Dna antico, coordinato dalla Harvard Medical School, che ha visto la collaborazione di un team internazionale di genetisti, archeologi, antropologi e fisici, tra cui il professor Alfredo Coppa, del Dipartimento di Biologia ambientale della Sapienza e promotore del progetto. Questo studio ha analizzato il Dna di 174 individui che vivevano più di 2000 anni fa nelle odierne Isole di Bahamas, Cuba Repubblica Dominicana, Haiti, Puerto Rico, Guadeloupe, Santa Lucia, Curaçao e Venezuela, mettendo in luce la storia delle popolazioni caraibiche prima dell’arrivo degli europei e ispondendo a domande rimaste irrisolte fino a questo momento. 

Pagina 1 di 108

/div>

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo