NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

SAVE THE CULTURE – Il gioco per salvare la cultura

SAVE THE CULTURE – Il gioco per salvare la cultura

Save the culture è una campagna ideata e sviluppata per sensibilizzare il grande pubblico sulla crisi che sta colpendo il settore culturale.
Di fronte alla crisi che ha colpito il settore culturale per l’emergenza Coronavirus, Heritage – una PMI di Torino specializzata in progettazione, produzione e comunicazione di contenuti culturali attraverso tecnologie digitali – ha lanciato il progetto «SAVE THE CULTURE», una campagna di game design interattivo pensata per favorire la presenza dei musei online durante il lockdown e richiamare alla visita onsite dal momento della riapertura. Il progetto di game design si è basato su Interactive Culture Experience, una piattaforma innovativa progettata e sviluppata da Heritage per la gamification user-oriented di contenuti culturali.

Arriva lo streaming teatrale attraverso i luoghi del mistero di Roma

Arriva lo streaming teatrale attraverso i luoghi del mistero di Roma

Paura della paura. Ci spaventa quello che non siamo capaci di fronteggiare, ma il mistero spesso può rivelarsi affascinante. Da Lovecraft a Dario Argento, un mondo fatto di oscurità leggendarie che prendono vita nelle menti di ognuno sotto diverse forme e che, dall’antichità fino ai nostri giorni, hanno dato vita ad opere letterarie, teatrali, cinematografiche di grande successo. La cultura Horror e Dark Fantasy sarà al centro di una iniziativa originale che
intende spargere lo spirito della cultura per non renderla “fantasma”, soprattutto in questo periodo con i teatri e i cinema chiusi in ottemperanza alle misure di sicurezza previste per il Covid - 19. Arriva così l’esperimento di TeatrOrror sulle rotelle, personaggi in movimento che non sostano ma corrono sui pattini attraversando alcuni luoghi del mistero di Roma, realizzato grazie alla collaborazione tra l’autrice, attrice e regista Mary Ferrara e l’associazione dei Pattinatori del Pincio (che nasce con lo scopo di far provare l'esperienza di pattinare per Roma a tutti e dare "brividi" a chi pattina già).

La tavoletta digitale per realizzare disegni animati

La tavoletta digitale per realizzare disegni animati

Wacom Intuos Pro è una tavoletta digitale che permette di effettuare disegni animati di vario tipo in maniera molto pratica e veloce. E' uno strumento molto interessante, sia da un punto di vista artistico che da un punto di vista scientifico, ed abbinato alla penna digitale Wacom Pro Pen 2, rende l'artista in grado di realizzare disegni e video senza grandi conoscenze di software complessi, o più in generale, senza grandi conoscenze del disegno al computer. E' una vera innovazione per i disegnatori che riescono ad imparare ad usarli! Gli permette infatti loro di concentrarsi sul disegno e di sfruttare al meglio le capacità che hanno, soprattutto se abbinati ai vari software che sono stati sviluppati per questi strumenti.

Il Covid-19 e le sfide di mercato industria LiDAR 2020 - Previsioni per il 2026

Il Covid-19 e le sfide di mercato industria LiDAR 2020 - Previsioni per il 2026

Questo studio fa parte di una raccolta del mercato dei "Lidars High Tech" suddivisa nella sua interezza sulla base di tipologie, applicazioni, tendenze e opportunità, fusioni e acquisizioni, driver e restrizioni su una una portata globale. Lo studio dettagliato offre anche un'interpretazione del consiglio del settore dei Lidars High Tech da una varietà di punti dati raccolti attraverso fonti affidabili e verificate.

Tags: ,
Un nuovo metodo per scavare più a fondo nei quadri

Un nuovo metodo per scavare più a fondo nei quadri

Le scienze applicate ai beni culturali, anche se il suo raggio d’azione è il passato, è un campo in continua evoluzione, con (anche) lo scopo di ottenere metodi e meno distruttivi per i materiali. Quest’anno la Coblentz Society ha scelto di conferire il Craver Award alla dottoressa Claudia Conti, ricercatrice dell’Istituto di Scienze del Patrimonio Culturale (ISPC) per il CNR proprio per il suo recente sviluppo della tecnologia Micro-SORS. Questa tecnologia, che chi è avvezzo dell’ambiente ha già iniziato a sentire da qualche anno, è un notevole passo in avanti nello studio delle belle arti, perché permetterà di analizzare gli strati più profondi di quadri e tessuti senza dover prelevare dei campioni.

Pagina 1 di 107

/div>

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo