NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

 

In occasione della conferenza dal titolo Il mistero svelato. Gli ultimi ed inediti studi compiuti su "L'Annunciata" di Antonello da Messina, prevista il prossimo 12 giugno presso l'Istituto Italiano di Cultura di Bruxelles, saranno presentati i risultati ottenuti dalla campagna di indagini diagnostiche per immagini condotta sulla celebre opera quattrocentesca del pittore siciliano.

Il ciclo di indagini non distruttive è stato eseguito, nel biennio 2006-2007, dal Laboratorio di Fisica e Ambientalistica degli Interni del Centro regionale per la Progettazione e il Restauro CRPR sotto la responsabilità dell'architetto Ermanno Cacciatore. I tecnici del laboratorio hanno sottoposto il dipinto a riprese RGB, nell'ultravioletto e nel vicino infrarosso con sistema multispettrale CPS 100 Artist, mentre il dott. Giuseppe Salerno, radiologo e primario delle cliniche Candela e Pamafir di Palermo, ha effettuato la Tomografia Assiale Computerizzata (TAC).

La conferenza si arricchirà di personalità quali il prof. Mauro Lucco, illustre storico dell'arte e tra i massimi esperti di Antonello, con il compito di introdurre al pubblico l'opera del pittore; Giovanni Taormina, restauratore e perito che si occuperà di illustrare una chiave di lettura alternativa del corredo di segni e simboli presenti nel dipinto; la dott.ssa Maria Francesca Alberghina e il dott. Salvatore Schiavone che esporranno e commenteranno gli esiti del processo di imaging diagnostico.   

 

 

Tags:

risanamento domodryCon il Convegno di apertura, che si terrà al Salone del Restauro di Ferrara il prossimo 22 marzo, prenderà il via il ciclo di seminari tecnico-formativi (30 eventi itineranti) di Domodry indirizzati a tutte le categorie tecniche e professionali operanti nel settore edile e dei Beni Culturali.

Tale iniziativa è stata voluta e promossa dalle principali Associazioni italiane preposte alla conservazione e valorizzazione del patrimonio edilizio costruito, tra le quali Assorestauro, ARI - Associazione Restauratori d’Italia, Consulta dei Beni Culturali dell’Ordine degli Architetti P.P.C. di Roma e Provincia che, insieme ad altri importanti Enti e Associazioni professionali, figurano tra i soggetti patrocinatori del ciclo di eventi.

I seminari tecnici (a partecipazione gratuita) hanno lo scopo di fornire ai partecipanti un indispensabile aggiornamento sull’avanzamento scientifico e tecnologico attualmente raggiunto nella diagnosi e risoluzione delle patologie da umidità capillare negli edifici, anche allo scopo di dirimere i dubbi e le incertezze ancor oggi diffuse, tra gli addetti ai lavori, sulle varie tecniche attualmente in uso.

In quest’ottica, verrà presentato e discusso l’innovativo sistema “a neutralizzazione di carica” sviluppato da Leonardo Solutions e Domodry, tecnologia che ha ufficialmente conseguito il riconoscimento di “metodo scientifico” per la definitiva risoluzione delle problematiche da umidità capillare nell'ambito degli edifici storici e dell'ambiente costruito in genere.

Analizzando dal punto di vista elettrico e fisico l’origine del fenomeno “umidità capillare”, verrà spiegato come la tecnologia “a neutralizzazione di carica” vada ad agire in modo scientifico sulle cause che lo innescano, riuscendo a neutralizzarlo totalmente e in via definitiva.

Verranno quindi illustrate le sostanziali differenze che caratterizzano questa innovativa tecnologia rispetto a precedenti tecniche di tipo elettro-osmotico, elettromagnetico o elettrofisico, ancor oggi in uso ma ormai superate.

Sono altresì previsti momenti di confronto e dibattito, tra relatori e partecipanti, su importanti casi studio di interventi effettuati in tutta Italia con l’applicazione della tecnologia a neutralizzazione di carica Domodry.

Tra i principali relatori, il Direttore tecnico del Gruppo Leonardo Solutions & Domodry, Ing. Michele Rossetto, uno dei massimi esperti in Italia sui sistemi di deumidificazione delle murature, nonché “padre” della tecnologia a neutralizzazione di carica Domodry.

Per prendere visione del calendario degli eventi in corso di programmazione e scaricare la richiesta di pre-iscrizione, fai click sul link seguente.

 

SCARICA IL DOCUMENTO COMPLETO

 

domodry

 

Domodry - Leonardo Solutions

Via Resegone, 48

20025 Legnano MI

www.domodry.it 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

 

 

egitto 2Il celebre pigmento blu brillante utilizzato 5.000 anni fa sta dando nuovi indizi agli scienziati per lo sviluppo di nuovi nanomateriali, per lo sviluppo di dispositivi di imaging medicali telecomandi per televisori, inchiostri di sicurezza e altre tecnologie. Questa è il risultato raggiunto da una recente ricerca pubblicata in merito al blu egiziano, nel Journal of American Chemical Society.

Tina T. Salguero e i suoi colleghi del Dipartimento di Chimica dell'Università di Georgia sottolineano come il blu egiziano, considerato come primo pigmento artificiale dell'umanità, sia stato usato in dipinti su tombe, statue e altri oggetti in tutto il mondo antico mediterraneo. I resti sono stati trovati, ad esempio, sulla statua della dea Iris sul Partenone e nel famoso affresco "Stagno in un giardino" nella tomba egizia di "Scriba e contatore di grano" di Nebamun a Tebe.

santo sepolcroSono aperte ancora per pochi giorni le iscrizioni alla nuova edizione del Corso di Perfezionamento in Geomatica per la Conservazione. Presentando la domanda entro il 22 febbraio sarà infatti possibile partecipare ad un ciclo di incontri su interessanti argomenti legati al mondo della geomatica, delle nuove tecnologie per il rilievo 3D, della gestione dei dati e della loro rappresentazione tridimensionale, delle tecniche di indagine diagnostica come la termografia.

Le applicazioni delle nuove tecnologie nella gestione dei processi di documentazione e conservazione dei beni culturali si vanno affermando e diffondendo in modo sempre più capillare anche nel mondo dei professionisti. Il corso di perfezionamento intende costituire sia occasione di avvicinamento alle tematiche proposte che di approfondimento e di aggiornamento professionale; si rivolge a geometri, architetti, ingegneri, archeologi, geologi e a tutti quanti hanno necessità di produrre, elaborare o gestire dati spaziali.

duomo nicosiaL’ASP di Enna ha condotto, su richiesta della Sovrintendenza ai Beni Culturali di Enna e del Museo “Paolo Orsi” di Siracusa, due inedite indagini diagnostiche per il recupero di importanti reperti archeologici del patrimonio culturale siciliano.

La prima indagine è stata compiuta su un elmo di guerriero risalente al V secolo A.C. e ritrovato nel territorio di Siracusa. La seconda, su una pregiata e rara statua lignea del San Michele Arcangelo del Duomo di Nicosia, risalente al XVII secolo.
Ambedue i reperti, dopo l’indagine diagnostica e l’intervento di restauro, sono stati restituiti in tutta la loro bellezza, al godimento del pubblico siciliano e non.

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo