NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Lunedì, 20 Giugno 2016 17:03

Al via tra pochi giorni “Landscape & archaeology” Seminario itinerante sulla Via Flaminia

L’Università Politecnica delle Marche e il Centro Studi Vitruviani, con Uniscape, Università di Urbino e DCE Flaminia NextOne hanno organizzato un convegno internazionale itinerante lungo la via Flaminia che si svolgerà dal 23 al 25 giugno. L'antica via consolare Flaminia raccoglie ancora oggi testimonianze archeologiche, paesaggi rurali, paesaggi naturali, infrastrutture e insediamenti antichi e moderni.

Con questo seminario si vuole proporre un confronto fra vari attori istituzioni, politici abitanti attori economici e sociali, sulle nuove forme “smart” di turismo culturale, valorizzazione del patrimonio territoriale con particolare riferimento ai Distretti Culturali Evoluti delle Marche.
I seminari internazionali UNISCAPE En-Route hanno la particolarità, come lo stesso nome suggerisce, di essere organizzati in itinere. Essi si propongono di essere incubatore di conoscenza in riferimento ad un determinato paesaggio, dove la condivisione di esperienze sia da stimolo per iniziative nuove o esistenti che sappiano promuovere un pensiero innovativo sulle dinamiche del paesaggio contemporaneo, tanto a livello locale che globale.
Il convegno ha, tra gli altri, il patrocinio del Mibact, della Regione Marche, della Unione Italiana Disegno e di altri enti e Istituzioni. Le tre giornate sono sostenute dai Comuni di Fano (Assessorato alla Cultura e Turismo), di Fossombrone e di Cagli.
Il convegno vede la partecipazione di numerosissimi relatori dall’Italia e dall’Europa che svilupperanno i quattro temi principali nelle giornate di giovedì 23 giugno 2016 a Fano, nella sala Verdi del Teatro della Fortuna, di venerdì 24 giugno lungo la via Flaminia e a Fossombrone, nella chiesa di San Filippo, e di sabato 25 giugno a Cagli, nel Ridotto del Teatro comunale.

Si segnalano le relazioni di apertura, delle due sessioni che si tengono giovedì 23 giugno a Fano, di Andreina Ricci (Uniroma 2) “Archeologia, paesaggi, luoghi contemporanei” e di Carlos Smaniotto Costa (Universidade Lusófona Lisboa): “Places - People - Technology challenge: Connections and intersections between the public open space and digital technologies - Cyberpark as a smart public space
Venerdì 24 giugno i convegnisti visiteranno il Parco Archeologico di Forum Sempronii (Fossombrone), la Riserva Naturale Statale Gola del Furlo (Fermignano) e il Ponte Mallio (Cagli).
La sessione pomeridiana, a Fossombrone, nella Chiesa San Filippo, sarà invece dedicata a “DCE e Rinascimenti Culturali”.
Mario Pagano, Soprintendente Archeologo delle Marche, introdurrà i lavori con una relazione su “La via Flaminia nelle Marche. Un itinerario archeologico”. Nel dibattito, al quale porteranno il proprio contributo alcuni esperti e gestori di Distretti Culturali, interverrà Stefano Marchegiani, Assessore alla Cultura del Comune di Fano, comune capofila del DCE Flaminia Nextone.

Il Convegno proseguirà poi Sabato 25 giugno 2016, nel Ridotto del Teatro comunale di Cagli, con una relazione introduttiva di Sofia Pescarin (CNR– ITABC) dal titolo “Dalla pianificazione alla valorizzazione del patrimonio diffuso: co-design e musei virtuali”.

Nel pomeriggio, a conclusione del Convegno, ci sarà una visita guidata al patrimonio architettonico della città di Cagli.

Programma completo
English version

Flyer in allegato in fondo alla notizia.

Fonte: Università Politecnica delle Marche

Ultima modifica il Lunedì, 20 Giugno 2016 17:13

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo