NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Lunedì, 31 Agosto 2015 12:34

Al via il Concorso fotografico Wiki Loves Monuments Italia 2015

Si svolgerà per la quarta edizione Wiki Loves Monuments, il concorso fotografico promosso da Wikimedia Italia per raccogliere fotografie del patrimonio culturale italiano ed aperto a tutti i cittadini.

Le fotografie verranno rilasciate con licenza libera e pubblicate su Wikimedia Commons, il database multimediale che arricchisce Wikipedia. Possono aderire le istituzioni pubbliche e private autorizzando la pubblicazione delle immagini dei monumenti di loro proprietà su Wikipedia. È infatti possibile partecipare al concorso "solo con immagini di monumenti “liberati” dagli enti, presenti in una apposita Lista Monumenti ed elenco enti creata da Wikimedia Italia. Gli elenchi sono in continuo aggiornamento perciò è importante consultarli costantemente".
Il concorso è aperto fino al 30 settembre 2015, ma le fotografie possono essere state scattate in qualsiasi momento.

Le novità e gli appuntamenti di quest'anno:

4 settembre: incontro a Genova
La città di Genova è da sempre un grande motore per la diffusione del nostro concorso e un partner instancabile che dà vita a molteplici attività collaterali, grazie alla collaborazione dell'associazione Open Genova. Il 4 settembre gli amici della città dorica organizzano un incontro per presentare l'edizione 2015 di Wiki Loves Monuments - per la quale sono già stati "liberati" diciassette monumenti in più rispetto al 2014 - alla presenza dell’assessore alla cultura Carla Sibilla. Si comincia alle 17.30, presso il Palazzo Doria-Tursi in Via Garibaldi 9 a Genova.

Al via le wikigite!
Il primo appuntamento è in Piemonte. Anche per questa nuova edizione, infatti, Wiki Loves Monuments può contare sul supporto dell'associazione We-Land, che organizza ad Asti per sabato 5 settembre un incontro dedicato alla "scoperta di Asti medievale", che prenderà il via dal Museo Diocesano di S. Giovanni dove i partecipanti affronteranno la delicata questione della valorizzazione digitale del patrimonio culturale. Alle 16.00 si partirà poi per la wikigita vera e propria, tra strade cittadine e monumenti tutti da fotografare.

Il Polo Museale della Sardegna aderisce a Wiki Loves Monuments
Ne fanno parte undici enti tra musei, siti archeologici e luoghi della cultura: è il nuovo Polo Museale della Sardegna, da poco istituito per valorizzare al massimo lo straordinario patrimonio culturale della Regione. Il Polo ha aderito a Wiki Loves Monuments 2015 liberando le collezioni di interi musei da Sassari, a Nuoro e Cagliari, fino a Porto Torres e la Maddalena. L'elenco dei monumenti fotografabili liberamente è disponibile come sempre sulla pagina dedicata del sito web del concorso.

Il Trentino: i suoi primi monumenti
È Baselga di Pinè il primo comune della Provincia di Trento ad aderire a Wiki Loves Monuments, liberando i primi monumenti locali.
Il comune conta poco più di cinquemila abitanti ed è particolarmente ricco di architetture civili e, soprattutto, religiose: le Istituzioni del luogo stanno lavorando per liberare anche queste ultime e dare ai fotografi la possibilità di immortalarle ai fini del concorso. Lo stesso discorso vale per il celebre Castello del Buonconsiglio a Trento: lo staff di Wiki Loves Monuments è in contatto con la Soprintendenza locale per agevolare tutte le procedure burocratiche che lo rendano liberamente fotografabile e condivisibile!

 

Sito web: http://wikilovesmonuments.wikimedia.it/

 

Fonte: Wiki Loves Monuments

 

Ultima modifica il Lunedì, 31 Agosto 2015 12:45

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo