NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Mercoledì, 14 Gennaio 2015 15:09

Simulazione virtuale e allineamento Ara Pacis-Obelisco di Montecitorio

ara pacisA pochi mesi dal bimillenario di Augusto vogliamo dar voce ad una teoria proposta da Bernard Frischer presentata a gennaio 2014 sulla questione "allineamento Ara Pacis e Obelisco di Montecitorio". In particolar modo si vuole sottolineare le molteplici applicazioni delle ricostruzioni virtuali.
 
Un archeo-informatico dell'Indiana University ha utilizzato simulazioni virtuali per riportare il calendario indietro di migliaia di anni mostrando la sua teoria sull'allineamento del sole con due monumenti legati al fondatore dell'Impero Romano.
Utilizzando i dati di Horizon System, uno strumento di calcolo online della Nasa che fornisce la posizione esatta dei corpi celesti in qualsiasi momento della storia, il team di Frischer ha realizzato un modello 3D del Campo Marzio, una zona della Roma antica di approssimativamente 2 km², inzialmente posta all'esterno dei confini della città.
Gli studiosi hanno a lungo creduto che l’obelisco egizio fosse stato eretto come puntatore di una gigantesca meridiana, posizionato in modo che gettasse un’ombra simbolica sulla facciata occidentale dell’Ara Pacis nel giorno del compleanno di Augusto, il 23 settembre. Questa teoria è stata proposta quasi cinquant’anni fa dall’archeologo tedesco Edmund Buchner.
Secondo lo studio effettuato da Frischer la data del 23 settembre è errata. Infatti, i ricercatori hanno scoperto che il vero scopo dell’interazione tra i due monumenti non era l’ombra sull’Ara Pacis, che secondo la ricostruzione al computer non tange il monumento, ma la posizione del Sole stesso. Le simulazioni hanno mostranto che l’Ara Pacis e l’Obelisco di Montecitorio furono allineati in modo tale che, se visti dalla vicina Via Flaminia, l’obelisco sarebbe apparso dietro all’Ara Pacis con il Sole posizionato sulla punta.
Questo particolare allineamento celeste si sarebbe verificato non nel giorno del compleanno di Augusto, ma il 9 ottobre, data della festa del Tempio di Apollo Palatino. “La cosa importante non era l’ombra dell’obelisco, ma il Sole visto dalla Via Flaminia sopra la punta dell’obelisco”, ha spiegato Frischer in un comunicato stampa. 
 
 
Fonte: Ball University
 
Ultima modifica il Giovedì, 12 Febbraio 2015 17:36

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo