NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

La tecnologia ADAMO di supporto alle Mura Aureliane

Sensori hi-tech per monitorare gli effetti di smog e traffico sulle Mura Aureliane, ma anche indagini laser per il restauro di Palazzo Chigi ad Ariccia. Sono alcune delle attività iniziali del progetto ADAMO per la conservazione e il restauro del patrimonio culturale dell’area romana, coordinato dall’ENEA e finanziato dalla Regione Lazio all’interno del nuovo Distretto Tecnologico per i beni e le attività Culturali (DTC).

Rilievo ad altissima precisione, rispetto totale del ponte in ferro del 1889

Codevintec ha svolto una dimostrazione pratica con l’Interferometro Radar da terra Metasensing sul ponte San Michele - capolavoro riconosciuto di archeologia industriale - candidato nella lista UNESCO dei patrimoni dell'umanità.

Tags:
Archeomatica 3/2018 - Tecnologie per la documentazione, restauro, conservazione, valorizzazione e fruizione dei Beni Culturali Sommersi

Beni Culturali Sommersi è il titolo dell’ultimo numero di Archeomatica (3-2018) – Tecnologie per i Beni Culturali. Abbiamo voluto dedicare questo numero al Patrimonio Sommerso nel tentativo di diffondere  un messaggio chiaro e preciso: dar voce ai progetti in corso che si occupano di beni culturali sommersi. Un immenso patrimonio da preservare, conservare, valorizzare e diffondere con le più innovative tecnologie a nostra disposizione.

Qual è il ruolo di Testo nel preservare i tesori marini del National Maritime Museum di Sidney?

Il National Maritime Museum è il centro di riferimento australiano per le collezioni, le esposizioni e la ricerca in ambito marino. Situato nel vivace Darling Harbour di Sydney, l’edificio ospita oltre 140.000 oggetti in esposizione accumulati nell’arco di decenni – cimeli di inestimabile valore del passato marinaro dell’Australia. Gli oggetti devono essere solitamente conservati in condizioni atmosferiche controllate per via della loro estrema sensibilità alla luce e ai livelli di umidità.

Un nuovo istituto per la prevenzione dei Beni Culturali a rischio

L’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT), in collaborazione con l’Università Ca’ Foscari Venezia, apre a Venezia un nuovo centro del network nazionale IIT per lo sviluppo di tecnologie e materiali nel campo della conservazione dei beni culturali.

TFA 2019
TFA 2019
/div>

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo