NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

PaleoAPPennino: la tecnologia per la fruizione di beni archeologici e paesaggistici

Da un’idea dell’Università di Ferrara nasce un’applicazione interattiva che dà voce ai “siti invisibili”. Il sito di Piovesello testimonia il passaggio, durante il Paleolitico Superiore, di un gruppo umano di cacciatori-raccoglitori nomadi nell’Appennino piacentino.

Communicating ancient polychromies: the Spatial Augmented Reality experience, dello Studio Glowarp

Presso il British Museum di Londra nei giorni 9 e 10 Novembre al "9th International Round  Table On Polychromy In Ancient Sculpture And Architecture", è stato presentato il contributo dal titolo "Communicating ancient polychromies: the Spatial Augmented Reality experience" dello Studio Glowarp.

Progetto MemO “La memoria degli oggetti. Un approccio multidisciplinare per lo studio, la digitalizzazione e la valorizzazione della ceramica greca e magno-greca in Veneto”

Il Dipartimento dei Beni Culturali dell’Università degli Studi di Padova ha avviato il Progetto MemO, “La memoria degli oggetti. Un approccio multidisciplinare per lo studio, la digitalizzazione e la valorizzazione della ceramica greca e magno-greca in Veneto”, sostenuto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo nell’ambito del bando “Progetti di Eccellenza 2017”.

itsqarhyzh-CNnlenfrdejaptrues
/div>

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo