NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Restaurare manufatti archeologici con laser scanner e stampa 3D

mask-artec3DMediante l'impiego di tecnologie laser scanner e stampa 3D è stato recentemente restaurato un antico manufatto bronzeo dell'antica Roma. E' Ronny Meijers, tecnico di restauro archeologico, che ha lavorato per ripristinare un antico manufatto conservato presso il Museo Valkhof a Nijmegen, in Olanda.

Protagonista dell'intervento di restauro e anastilosi è una visiera facente parte di un antico casco romano ritrovato in un insediamento militare nel 1980. Con l’aiuto della sua collega Vivianne Veenemans, Ronny ha scansionato in 3D il lato destro della visiera, così come il bordo della parte mancante. Successivamente ha rivolto specularmente il modello 3D scansionato e l’ha combinato con il bordo del lato sinistro, realizzando un modello stampabile in 3D.

Vivianne ha utilizzato uno scanner portatile 3D Artec EVA e il relativo software di accompagnamento Artec Studio.  A seguito della modellazione 3D il pezzo da integrare è stato realizzato mediante una stampante 3D Systems full color che permette di costruire pezzi estraente definiti, con strati sottili meno di un decimo di millimetro.

 

maschera-romana-3d

 

«È sempre stato un mio desiderio completare la maschera, ma non c’erano le tecnologie di riproduzione disponibili per ricreare un’immagine speculare dell'orecchio destro, e modellare da zero in 3D il lato sinistro del volto avrebbe richiesto troppo tempo», ha dichiarato Ronny. «La scansione e la stampa 3D hanno reso il ripristino non solo possibile, ma a prezzi accessibili».

 

Fonte: 3DZ (www.3dz.it)

 

Sostieni la rivista Archeomatica ed il sito Archeomatica.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata ai beni culturali, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

/div>

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo