NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Lunedì, 16 Luglio 2018 09:51

Il grande restauro. l'"Ultima Cena" di Giulio Cesare Procaccini

Redazione Archeomatica

Nel mese di novembre dell'anno scorso l'Ultima cena, la grande tela di Giulio Cesare Procaccini, dopo 3 anni di restauro e 2 tesi di laurea dedicate al suo recupero, ha lasciato il laboratorio di tele e tavole del Centro e, in seguito alla presentazione nella mostra "L'Ultimo Caravaggio. Eredi e nuovi maestri" (Gallerie d'Italia, Milano), è tornata nel suo luogo di origine, la Basilica della Santissima Annunziata del Vastato di Genova.

Le dimensioni eccezionali dell'opera (circa 38 metri quadri) e la complessità del suo restauro sono stati per il Centro un'occasione straordinaria di lavoro sulle tele di grande formato: oltre ai restauratori del Laboratorio tele e tavole, l'intervento ha coinvolto studenti, tirocinanti e neolaureati, grazie al sostegno costante della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la Città metropolitana di Genova e della Compagnia di San Paolo.

Dopo un breve periodo di esposizione temporanea nella navata laterale della Basilica della Santissima Annunziata del Vastato di Genova, la monumentale tela, alla fine del mese di luglio, sarà riallestita in controfacciata, a 16 metri di altezza. Le complesse operazioni di movimentazione e montaggio saranno condotte dai colleghi di Apice con la collaborazione dei nostri restauratori.


Fonte: Centro Restauro Venaria Reale

Ultima modifica il Lunedì, 16 Luglio 2018 10:04

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Sea Drone Gallipoli

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo