NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Martedì, 12 Dicembre 2017 10:57

Al via la quarta edizione del Premio Friends of Florence - Salone dell’Arte e del Restauro di Firenze 2018

Redazione Archeomatica

La Fondazione non profit Friends of Florence, in collaborazione con l’Associazione non profit Istur-CHT, segreteria organizzativa del Salone dell’Arte e del Restauro di Firenze, presenta la quarta edizione del Premio Friends of Florence, a favore di interventi di restauro, tutela e conservazione di beni culturali che si trovano nelle città di Firenze promossi e curati da ditte di restauro specializzate.

Il bando è pubblicato sul sito del Salone dell’Arte e del Restauro di Firenze e si avrà tempo fino al 16 marzo 2018 per candidare un progetto di restauro di un’opera ubicata nella città di Firenze.

Il Premio
Si conferma anche per la quarta edizione Premio Friends of Florence – Salone dell’Arte e del Restauro di Firenze 2018, l’erogazione in denaro dell’importo di € 20.000,00 IVA inclusa, finalizzata alla realizzazione di un restauro di un’opera ubicata nella città di Firenze che deve essere fruibile al pubblico o che lo dovrà diventare dopo l’intervento. I progetti potranno essere presentati da restauratori e ditte di restauro che dimostrino di aver compiuto esperienze di lavoro in collaborazione con le Soprintendenze; possono abbracciare tutti i settori specialistici e tutte le tipologie di materiali (dipinti, legni, affreschi, ceramiche, tessuti, lapidei, bronzi e metalli, carta…).

Dopo il successo delle prime tre edizioni, il Premio Friends of Florence Salone dell’Arte e del Restauro 2018, torna a coinvolgere il mondo del restauro presentandosi ancora una volta come un’occasione per sostenere un settore già purtroppo fortemente provato dall’incertezza della crisi economica.Anche questa quarta edizione rilancia l’attenzione sulla tutela del patrimonio storico artistico quale leva indispensabile per la competitività italiana nel mondo e propone il premio come un’ottima opportunità di lavoro e di sviluppo per un settore, quello del restauro, che richiede professionalità sempre aggiornate, ma che purtroppo mai come in questo decennio è particolarmente vulnerabile di fronte agli attacchi di una congiuntura difficile e delicata. Grazie al carattere scientifico che il Premio ha assunto da subito, in virtù della collaborazione fra Friends of Florence e l’Associazione non profit Istur CHT l’iniziativa ha dato vita a una nuova sinergia fra il mondo della filantropia, quello dei beni culturali e gli operatori del restauro in una cittàcostantemente in fermento come Firenze: un appuntamento biennale e un grande esempio di sostegno all’arte da parte di una Fondazione non profit.

Modalità di partecipazione alla quarta edizione
Si potrà partecipare scaricando il bando, la domanda di ammissione e la documentazione necessaria dal sito www.salonerestaurofirenze.org avendo cura di inviare tutta la documentazione richiesta a mezzo posta Raccomandata a “Premio Friends of Florence - Salone dell’Arte e del Restauro di Firenze 2018” – c/o Istituto Cavour Pacinotti viale Macchiavelli n. 33 50125 Firenze, entro e non oltre il 16 marzo 2018. Ogni partecipante potrà presentare all’attenzione della Commissione esaminatrice un solo progetto di restauro completo. L’esecuzione del lavoro dovrà essere presentata e svolta a regola d’arte, seguendo tutte le procedure previste dalle norme vigenti in materia di conservazione dei beni culturali e sicurezza. Possonoessere ammessi anche progetti già presentati nelle edizioni passate, purché corrispondenti ai requisiti del presente bando, inviando ex novo tutta la documentazione. L’andamento del restauro risultato vincitore sarà monitorato dalla Friends of Florence Foundation, secondo le procedure dettate dal Regolamento della Fondazione allegato al bando.
L’Assegnazione del premio sarà decisa da una Giuria che proclamerà il vincitore in occasione del prossimo Salone del Restauro di Firenze che si terrà in città dal 16 al 18 maggio 2018, a Villa Vittoria in Piazza Adua n. 1 a Firenze e che simbolicamente darà l’avvio ai lavori del progetto vincitore che dovranno terminare entro il 2020.

Le edizioni precedenti e i vincitori
Tanti sono stati i progetti candidati nelle precedenti edizioni e altrettanti i restauri che sono stati sostenuti: oltre ai tre vincitori infatti Friends of Florence ha trovato donatori per ben 7 interventi di opere fondamentali per la cultura fiorentina e mondiale. In totale sono stati restaurati dunque 10 capolavori appartenenti alla città 2 di Firenze che grazie al Premio e alla Fondazione Friends of Florence sono tornati a raccontarsi al mondo, tramandando la loro storia alle future generazioni per un totale di € 200.000,00 (insieme a questo comunicato stampa si allega inoltre la lista degli interventi eseguiti).

La Fondazione Friends of Florence
Nata negli Stati Uniti nel 1998, la Fondazione non profit Friends of Florence, da sempre è impegnata a sostenere la salvaguardia e la conservazione dei beni culturali di Firenze e della Toscana, valorizzando i capolavori che il genio artistico ha realizzato nel corso dei secoli, sia attraverso collaborazioni con Enti pubblici e privati, università, scuole, associazioni culturali che operano in ambito artistico, sia attraverso pubblicazioni, convegni ed eventi che offrono un’ampia divulgazione dei progetti sostenuti. Conservare e far conoscere sono i principi che ispirano e guidano Friends of Florence nella selezione dei progetti dasostenere e, proprio in sintonia profonda con questi valori, anche per questa secondo edizione del Premio si propone la partnership con l’Associazione non profit Istur-CHT, segreteria organizzativa del Salone del Restauro di Firenze.

Il Salone dell’Arte e del Restauro
Il Salone Biennale dell’Arte e del Restauro di Firenze anche per questa nuova edizione si conferma non soltanto come una grande vetrina dedicata alle ditte e agli operatori del settore, ma come una vera e propria occasione per il mondo del restauro per condividere esperienze e know-how, di interagire e valorizzare best practices applicate alla tutela, alla conservazione e alla valorizzazione dell’arte e della cultura. Il Salone che si terrà dal 16 al 18 maggio 2018 a Villa Vittoria – Palazzo dei Congressi, in Piazza Adua n. 1 a Firenze, si presenta ricco di iniziative pensate per fornire il proprio contributo al consolidamento di un sistema ancora vivo nel nostro Paese nella produzione di opere, nella formazione specialistica dei giovani e nei servizi e prodotti per la conservazione e per il restauro. Main Event del Salone è la Conferenza Internazionale Florence HERI-TECH - The Future of Heritage Science and Technologies dove esperti del settore, professori, studenti, appassionati da tutto il mondo si incontreranno per confrontarsi sul futuro del Patrimonio Culturale e sullo sviluppo delle Nuove Tecnologie www.florenceheritech.com. Il Salone è uno strumento indispensabile per la valorizzazione del patrimonio culturale e ambientale, delle tradizioni italiane e del loro riconoscimento: esso sarà una kermesse di tre giorni dedicata alla città, al restauro e alla tutela del patrimonio storico artistico, nella quale il Premio Friends of Florence troverà il suo momento culminante nel convegno di presentazione del restauro e dei risultati della prima edizione e nella proclamazione del nuovo vincitore.

Per informazioni sulla Fondazione non profit Friends of Florence:
www.friendsofflorence.org
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Per informazioni sul Premio Friends Of Florence e sul Salone del Restauro di Firenze 2014
www.salonerestaurofirenze.org
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ultima modifica il Martedì, 12 Dicembre 2017 10:59

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Sea Drone Gallipoli

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo