NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Mercoledì, 18 Maggio 2016 14:44

Tap the artwork: Visitare, scoprire e interagire col museo. Tutto in un’app

Tap the artwork (ARTAP) è uno degli ultimi progetti realizzati da Heritage Srl, finanziato dal Polo Innovazione ICT di Torino con fondi regionali nell’ambito del cluster nazionale Smart Community Tech. Smart Cultural Heritage è infatti la definizione sintetica dell’attività della startup innovativa di Torino, che lavora per la valorizzazione del patrimonio culturale progettando e sviluppando nuovi modelli di fruizione per i beni culturali.

ARTAP è uno studio innovativo che mette insieme la progettazione dei contenuti e lo sviluppo di tecnologie mobile specificatamente per la fruizione culturale. Il focus del progetto è l’elaborazione di un format mobile, replicabile e implementabile, basato su un’idea di fruizione delle opere d’arte e delle risorse documentali di musei e siti culturali che abbia al centro l’esperienza dell’utente e la sua interazione con gli ambienti e gli oggetti sia sul piano fisico (accessibilità funzionale e geolocalizzazione) sia su quello intellettuale (accessibilità ai contenuti e interpretazione dei significati).

Tap the artwork ha portato alla creazione di uno specifico modello di App mobile per fruitori di musei e di siti culturali che mette insieme la tecnologia di microgeolocalizzazione “Beacon” con una modalità innovativa di fruizione visiva e di esplorazione dei contenuti di un’opera d’arte basata sulla tecnologia “touch” standard integrata nei device mobili, insieme alla possibilità di essere guidati nella visita tramite audioguida personalizzata modellata sui principi narrativi dello storytelling. L’App è stata sviluppata per le due principali piattaforme mobile (iOs e Android) e ora Heritage sta sviluppando degli specifichi case studies per alcuni musei del territorio piemontese.

 

Artap Infografica

 

I risultati del progetto si possono riassumere in due assi principali, che rappresentano la specificità del know-how acquisito da Heritage e :
1)    Dal punto di vista tecnico-funzionale, lo sviluppo, l’integrazione e l’ottimizzazione di tecnologie mobile (Beacon, tecnologia Touch integrata in dispositivi mobili, Content Management System) applicate al settore della valorizzazione dei beni culturali in un flusso di lavoro in cui la progettazione, lo sviluppo tecnico e l’elaborazione dei contenuti sono armonizzati in un unico processo.
2)    Dal punto di vista concettuale, la creazione di un modello di fruizione mobile per visitatori di musei e siti culturali creato sulla User Experience (UX), rispondendo alle esigenze degli utenti sia sul lato tecnologico (usabilità, efficacia, soddisfazione d’uso) sia per quanto riguarda l’accessibilità ai contenuti (facilità e profondità di comprensione).

Nell’ambito del progetto, Heritage ha anche svolto un’attività di analisi che ha visto il coinvolgimento degli utenti finali, di cui presto verranno diffusi i risultati

 

Ulteriori informazioni sul sito del Polo Innovazione ICT

 

Fonte: Heritage Srl (http://heritage-srl.it)

Ultima modifica il Venerdì, 20 Maggio 2016 16:10

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

/div>

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo