NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

itzh-CNenfrdejaptrues

Mubil: nuove tecnologie per la fruizione 3D di libri antichi

mubilIl progetto Mubil nasce dalla collaborazione tra il Laboratorio PERCRO dell'Istituto TeCIP della Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa e la Norwegian University of Science and Technology, ed è dedicato alla progettazione di nuovi strumenti educativi per la fruizione di libri storici mediante tecnologie di visualizzazione tridimensionale interattiva.

Alcuni libri antichi della collezione della Gunnerus Library sono stati recentemente digitalizzati per essere messi a disposizione del pubblico. La collaborazione con l’Istituto TeCIP, che vanta esperienze in progetti e collaborazioni con centri culturali e museali, ha permesso di ricercare strumenti innovativi per valorizzare tali documenti.

All'interno del progetto sono stati perciò sviluppati diversi concept per la consultazione virtuale di opere scritte. Tra questi l'Augmented Book è stato applicato al Kreuterbuch di Adam Lonitzer (1587), un trattato sulla distillazione medicinale, e consente di sfogliare virtualmente l'opera con uno schermo 3D e di fruire di contenuti quali immagini, filmati, animazioni 3D o narrazioni vocali, direttamente sulle pagine.

Un altro concept, quello dell'Information Landscape, applicato al diario di viaggio di H.H. Lilienskiold (1670), è basato sulla creazione "di un ambiente tridimensionale nel quale elementi reali ed astratti formano un paesaggio informativo sul quale vengono contestualizzati brani particolarmente significativi estratti dal libro".

Marcello Carrozzino, ricercatore del TeCIP ha dichiarato che "nel primo caso gli elementi virtuali 'entrano' nel libro, mentre nel secondo caso è il libro ad entrare in un mondo virtuale che lo arricchisce e lo complementa".

Le installazioni realizzate sono state presentate durante un evento conclusivo del progetto aperto al pubblico nella Gunnerus Library di Trondheim e resteranno attive nelle sale museali della Library per un periodo di sperimentazione dell'interesse del pubblico.

 

Fonte: Scuola Superiore Sant'Anna

 

 

Sostieni la rivista Archeomatica ed il sito Archeomatica.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata ai beni culturali, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.

Abbonatevi CLICCANDO QUI  


CHNT
CHNT
/div>

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo