NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Giovedì, 02 Luglio 2015 12:27

Gli Archivi Alinari a portata di mano con una nuova App

Grazi alla collaborazione tra Alinari e il Google Cultural Institute è nata una nuova App mobile mediante la quale è possibile esplorare i celebri archivi fotografici su dispositivi mobile.

La piattaforma di Google dedicata alla tutela e alla promozione della cultura online ospita già la mostra “Antichi mestieri e costumi d’Italia” cnmposta da oltre 50 immagini in bianco e nero che ripercorrono lo stile di vita e il modo di lavorare di fine ‘800 in Italia.
La nuova app è disponibile al download gratuitamente da Play Store consente di accedere a due nuove mostre digitali: "Italy in food" e "La Grande Guerra".

La prima realizzata in occasione di Expo a Milano e mediante più di 80 immagini, in bianco e nero e a colori, dalla metà dell’800 a fine XX secolo, "racconta i cambiamenti del nostro vivere quotidiano attraverso il tema del cibo. Dalla produzione della pasta, ai mercati di strada, alla prima forma di grande distribuzione, dalle immagini calde e colorate del gusto mediterraneo, ai momenti di svago e convivialità attorno al cibo".

La mostra sulla Grande Guerra è composta da più di 80 immagini catturate sul fronte, nelle trincee, sui monti e nelle città, che ritraggono i soldati e i civili nel tragico frangente bellico. Semplici soldati, ufficiali, cittadini che diventano fotografi per testimoniarne l’orrore.
Entrambe le mostre sono accessibili dalla nuova App mobile messa a disposizione gratuitamente dal Google Cultural Insitute e che Alinari ha popolato con immagini e contenuti inediti, ora a disposizione anche di un pubblico collegato in mobilità.

 

Scarica la app

 

Fonte: Alinari

Ultima modifica il Giovedì, 02 Luglio 2015 14:18

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

/div>

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo