NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Workshop sull'uso di open data ed open source per la promozione dei beni culturali

open data beni culturaliSi svolgerà a Catania il prossimo 21 febbraio il workshop dal titolo "Open Knowledge Open Arts Workshop" nel quale verrà discusso come le pratiche tecnologiche che perseguano la libera diffusione e fruizione della conoscenza , per l'appunto open source e open data, possano contribuire alla promozione e produzione del patrimonio artistico e culturale, e ad una fruizione più consapevole dello stesso.

21 Febbraio 2015 - Ore 9:00
Aula Magna - Dipartimento di Matematica ed Informatica
Cittadella Universitaria - Viale Andrea Doria 6, Catania.

Interventi:
Carlo Condarelli (YouCultures) moderatore
Cristiano Longo (Dipartimento di Matematica ed Informatica) Linked open data per i beni culturali
Francesco Mannino (Officine Culturali) Pubblici, fruizione e coinvolgimento nei luoghi della cultura
Fabio Rinnone (Geofunction) Applicazioni WebGIS per la consultazione di cartografie Open di carattere tecnico, turistico e paesaggistico
Stefano Roveda (StudioAzzurro) Strumenti e tecnologie ibride per la costruzione di ambienti e contesti a fruizione partecipata in grado di costruire depositi di memoria collettiva
Filippo Stanco (IPLab) Ricostruzioni 3D nei beni culturali mediante l'uso di software open source
Luca Carrubba (ArsGames/Estereotips) Software libero per la creazione artistica

Comitato Organizzativo:
Domenico Cantone (presidente), Carlo Condarelli, Cristiano Longo, Emilio Messina.

 

Maggiori informazioni sulla pagina dedicata all'evento sul sito dell'Università di Catania.


Fonte: Università degli studi di Catania

Sostieni la rivista Archeomatica ed il sito Archeomatica.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata ai beni culturali, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

/div>

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo