NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Venerdì, 09 Ottobre 2015 07:10

Workshop La Materia e il Suono. La Scienza impara dagli Strumenti Musicali

Il Laboratorio Arvedi di Diagnostica Non Invasiva annunciare il Workshop promosso dal Centro Interdipartimentale di Studi e Ricerche per la Conservazione del Patrimonio Culturale dell’Università di Pavia, che si svolgerà il 3 novembre 2015 presso l’Aula Foscolo dell’Università di Pavia, Strada Nuova 65, Pavia.

Il Workshop sarà incentrato sullo studio e la conservazione di strumenti musicali antichi mediante un approccio scientifico multidisciplinare. Sono previsti interventi da parte di esponenti del Metropolitan Museum of New York, del Museo del Violino di Cremona, del Politecnico di Milano, dell’Università di Milano-Bicocca oltre che dei ricercatori dell’Università di Pavia attivi presso il Laboratorio Arvedi di Diagnostica Non Invasiva.

A partire dall’immediato dopoguerra, il restauro degli strumenti musicali antichi ha
rappresentato un esempio significativo di conservazione sulle opere d’arte nel nostro Paese. Lo strumento viene considerato non solo in base alle sue proprietà sonore
ma anche per il suo valore come “bene tangibile”. Ciò pone le basi per lo studio e l’identificazione di tutte le sue componenti materiche e strutturali come parti di un’opera d’arte che nasce da una tradizione artigianale di grande importanza dal punto di vista storico e culturale e che nulla ha da invidiare alle principali tradizioni artistiche italiane per utilizzo di materiali, colori, vernici, tecniche costruttive e decorative. Lo strumento musicale è un’opera che, come tale, va recuperata, restaurata e preservata nel pieno rispetto filologico della sua storia e delle eventuali modificazioni che ha subìto. La scienza oggi fornisce strumenti formidabili per lo studio delle opere d’arte, quali avanzate tecniche diagnostiche, già ampiamente collaudate nei principali interventi conservativi effettuati in Italia e innovative soluzioni tecnologiche legate alle analisi acustiche, vibratorie e timbriche di uno strumento musicale. In quest’ottica si inquadra la giornata di incontro e discussione sulle differenti metodologie scientifiche applicate allo studio e alla conservazione degli strumenti musicali antichi, in cui i diversi relatori potranno condividere le proprie esperienze e fornire spunti preziosi alla comunità accademica e liutaria.

La partecipazione è gratuita ma è necessaria l’iscrizione al link http://vision.unipv.it/materiaesuono/.

Scarica il programma completo e la locandina.

 

Per ulteriori informazioni si può contattare la Segreteria Scientifica all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Fonte: Laboratorio Arvedi di Diagnostica Non Invasiva, Università di Pavia

 

Ultima modifica il Venerdì, 09 Ottobre 2015 07:12

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo