NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Mercoledì, 02 Luglio 2014 09:35

VAST2014: 14º Simposio Internazionale su Archeologia e Beni Culturali Virtuali

Vast logo-2014Si svolgerà a Pistoia il 25 e 26 Settembre 2014 il Simposio Internazionale VAST2014, 14º Simposio Internazionale su Archeologia e Beni Culturali Virtuali sul tema "Ambienti di Ricerca Virtuali per i Beni Culturali".

I Virtual Research Environments (ambienti di ricerca virtuali) secondo una recente autorevole pubblicazione, sono “ambienti di lavoro innovativi, basati sulla rete, orientati alla comunità, completi, flessibili e sicuri, concepiti per servire le necessità della scienza moderna”. Per quanto riguarda il loro utilizzo per le discipline umanistiche, i beni culturali e l’archeologia, gli aspetti distintivi delle metodologie di ricerca in ciascuna disciplina portano a suggerire che strumenti software generici potrebbero offrire solo una risposta parziale, e forse insufficiente, alla necessità di accedere, condividere e processare dati, simulare esperimenti e avvalersi di repliche digitali per compiere ricerche in maniera collaborativa.

La serie di simposi internazionali VAST ebbe inizio nel 2000. Fino ad ora si è occupata di visualizzazione e 3D, lasciando ampio spazio alla semantica. Attualmente il concetto di VRE sembra incorporare tutte queste applicazioni tecnologiche, e altro, all’interno di un eco-ambiente innovativo e coerente.

VAST2014 affronterà questo tema, invitando numerosi esperti nelle varie discipline che compongono il vasto dominio delle scienze umane, dei beni culturali e dell’archeologia, accettando inoltre un numero selezionato di contributi da parte dei ricercatori e soprattutto dedicando la metà del tempo al dibattito.

I partecipanti cercheranno di rispondere a domande come: cosa hanno in comune i VRE per le scienze umane e i beni culturali con i VRE di altre discipline e in cosa divergono? Quali sono i requisiti espressi dalle rispettive comunità di ricerca? Quale potrebbe essere il design complessivo di un VRE per i beni culturali? Quali strumenti sono già disponibili e pronti a essere integrati in questo contesto? Quali componenti mancano ancora? Come cambierà la metodologia di ricerca tradizionale?

Per incoraggiare la partecipazione la quota d’iscrizione è stata calcolata sui soli costi vivi. La quota d’iscrizione è di € 100,00 e comprende oltre al conference pack anche i coffee break e i lunch.

I relatori faranno un rapporto sulla situazione attuale nelle varie sotto-discipline, ad esempio storia, archeologia, conservazione, e così via. Altri esperti invece descriveranno gli strumenti tecnologici e le infrastrutture, relative per esempio al 3D, la visualizzazione e la semantica, che dal loro punto di vista sono rilevanti per impostare un VRE per le discipline umanistiche e i beni culturali.

Gli articoli presentati saranno incentrati su argomenti d’importanza metodologica o si occuperanno di singoli strumenti o esperienze significative, spiegando inoltre per quale motivo si ritiene che l’argomento sia rilevante per la costruzione di un VRE focalizzato sulle scienze umane e i beni culturali.

Gli articoli proposti potranno essere inviati fino al 10 Agosto, con notifica di accettazione entro il 10 Settembre. Gli atti del simposio verranno pubblicati online entro la data di inizio dello stesso e verranno stampati successivamente in edizione riveduta da un’importante casa editrice scientifica.

 

Sul sito web è disponibile il programma preliminare: www.vast2014.eu

 

Fonte: Vast 2014

 

Ultima modifica il Giovedì, 12 Febbraio 2015 17:34

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo