NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Giovedì, 22 Maggio 2014 16:19

V Convegno Diagnosis of Cultural Heritage, ancora aperta la call for papers

L'AIES Beni Culturali organizza la Quinta Edizione del Convegno annuale su Diagnosi Conservazione Valorizzazione del Patrimonio Culturale. L'evento si svolgerà l'11 e 12 Dicembre 2014 presso Hotel Ambassador a Napoli. Il Convegno è diventato un luogo importante per la circolazione delle idee e del libero dibattito culturale nei processi di Valorizzazione del Patrimonio Culturale . I volumi pubblicati testimoniano il lavoro fin qui svolto ed il contributo all'allargamento degli orizzonti scientifici in questo settore . Le difficoltà che sconta la Valorizzazione del nostro Patrimonio culturale sono state il focus di molte sessioni tematiche.

L'orizzonte multidisciplinare che caratterizzava i primi Convegni ha preso decisamente un aspetto interdisciplinare maturo che alla luce dei lavori presentati al convegno ci consente di capire i processi di valorizzazione nella loro natura complessa. Il Patrimonio Culturale Italiano è una risorsa fondamentale per lo sviluppo economico e culturale del Paese e la sua valorizzazione è lo strumento strategico per superare, senza grossi traumi, la crisi economica . La valorizzazione è prevista da una normativa di grande qualità che indica con chiarezza come coniugare esigenze apparentemente contrapposte. La valorizzazione è la strategia per recuperare posizioni nel campo dell'offerta culturale globale che da qualche decennio è insidiata da una forte concorrenza di altri paesi verso una clientela di qualità. Questa strategia richiede la mobilitazione di creatività, offerte, comunicazione, spin up, e ricerca scientifica interdisciplinare. La strada da percorrere segue la filiera concettuale Qualità, Diagnosi, Conservazione Comunicazione e Valorizzazione per cui sollecitiamo nel nostro convegno lavori che illusttrino esperienze che si fondano sul metodo interdisciplinare, strada maestra affinché il nostro patrimonio Culturale possa essere concorrenziale sul mercato internazionale. Le energie da mettere in gioco esistono in aziende di restauro e di diagnostica, i dipartimenti con autonomia operativa, i produttori di apparecchiature di analisi in sito, i laboratori di miniaturizzazione delle tecnologie forniscono strumenti per sostenere le nuove modalità degli appalti in attuazione della spesa pubblica ed hanno necessità di accedere in tempo reale a queste conoscenze superando, fino ad annullarla, la barriera che li separa con dinamiche B2B. Il nostro scopo rimane convincere le stazioni appaltanti a porre in gara di appalto progetti di qualità come previsto dalla legislazione in materia impone secondo l'iter Preliminare, Sefinitivo ed Esecutivo. L'assenza di questo obiettivo determina un caos amministrazione ed organizzativo che sterilizza la spesa pubblica per la valorizzazione del Patrimonio Culturale.

Tematiche del Convegno

Economia dei Beni Culturali

Multidisciplinarietà, interdisciplinarietà;

Innovazione e trasferimento tecnologico;

Progettazioni di qualità per la valorizzazione

Il quadro delle conoscenze preliminari alla conservazione;

Sicurezza e qualità;

Diagnosi e diagnostica;

Manuale di qualità dei luoghi dell'arte Attività regolatorie ;

Cause meccanismi e morfologia del degrado;

Creatività: Scienza arte e realtà;

Casi di studio.

 

La scadenza per l'invio del titolo e dell'abstract del proprio contributo è il 30 luglio 2014.

 

Sito web: www.diagnosisculturalheritage.com

 

Con il Patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali

Regione Campania

Società Chimica Italiana Ordine dei Chimici della Campanaia

 

Con il patrocinio scientifico di:

Dipartimento di Chimica - Università di Roma La Sapienza

Dipartimento di Scienze Chimiche - Università di Napoli Federico II

Dipartimento di Chimica - Università di Parma

Dipartimento di Beni Culturali - Università degli Studi di Salerno

Dipartimento di Filosofia “A. Aliotta” - Università di Napoli Federico II

International Network for Traditional Building, Architecture & Urbanism Italia Italian Association of Conservation Scientist

 

Con la collaborazione di:

ARCA sas

Ethos

Risviel srl


Fonte: Segreteria Organizzativa

 

Ultima modifica il Giovedì, 12 Febbraio 2015 17:34

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo