NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Giovedì, 11 Giugno 2015 10:38

Remote Sensing for Cultural Heritage, V EARSeL workshop

E' aperta la Call for Papers per il V EARSeL workshop on “Remote Sensing for Cultural Heritage: from site detection and documentation, to risk monitoring and mitigation” in programma il 12 e 13 Novembre 2015 presso il centro ESA - ESRIN di Frascati.

Il telerilevamento sta emergendo come strumento chiave per l'archeologia e lo sviluppo e la gestione dei beni culturali.  Per paesi con siti e monumenti record, fornisce i soli mezzi economici per la localizzazione e la definizione di siti archeologici e paesaggi. Il remote-sensing, in particolare, ha la sua utilità nel fornire immagini regolari e ripetute di zone meno accessibili, ed è anche di importanza senza precedenti per monitorare gli effetti del cambiamento climatico, lo sviluppo urbano e rurale, saccheggi e conflitti. Oltre a questo, i dati prodotti stanno fornendo un'interessante opportunità di esaminare dinamiche passate uomo-ambiente.

The V EARSel (European Association of Remote Sensing Laboratories) workshop organizzato da ESA e CNR (Dipartimento della Terra e dell'Ambiente) e sarà organizzato sulla base die precedenti workshop svoltisi nel 2008, 2011, 2012, 2013.
Riunirà insieme esparto in remote-sensing, archeology specialist dei beni culturali per affrontare le questioni strategiche di miglioramento della conoscenza e la gestione sostenibile delle risorse culturali.

Le interconnessioni culturali e pratiche tra ambiente, cultura, territorio, e cambiamento climatico costituiscono il V EARSeL Workshop.
Il comitato organizzativo invita a presentare paper e poster per il workshop. I temi della conferenza includono ma non solo limitati a:

  • Tecnologia SAR per applicazioni paleoambientali, site detection, monitoraggio del rischio
  • Dalla fotografia aerie alle immagini da satellite declassificate: lo studio del paesaggio nel tempo utilizzando fonti di dati storici
  • Dalll'interpretazione visiva dei dati alle semiautomatiche ed automatiche procedure nella prospettiva archeologica
  • Telerilevamento, GIS e analisi geospaziale per il monitoraggio del rischio e la gestione delle risorse culturali
  • Integrazione ti telerilevamento spazio/aereo nell'archeogeofisica
  • La “rivoluzione LiDAR” la scoperta di siti e la ricostruzione di paesaggi storici
  • Metodi di telerilevamento per lo studio di passate interazioni uomo-ambiente
  • Strumenti ed die per la creation di ulna piattaforma per condividere cognoscente e dati
  • Istruzioni per la sottomissione degli abstract

Gli interessati dovranno inviare il proprio abstract alla casella
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
seguendo le seguenti istruzioni:

• Un abstract di massimo 300 parole, scritte in inglese
• Scadenza: 15 giugno 2015
• Notifica di accettazione: entro il 15 Luglio 2015

Sito web: http://congrexprojects.com/2015-events/15m38/introduction


English version

Call for Papers for the V EARSeL workshop on “Remote Sensing for Cultural Heritage: from site detection and documentation, to risk monitoring and mitigation”, 12 - 13 November 2015, 
ESA - ESRIN | Frascati (Rome), Italy

Remote-sensing is emerging as a key tool for both archaeology and the development and management of cultural heritage. For countries with fledgling sites and monuments records, it provides the only cost-effective means for locating and defining archaeological sites and landscapes. Remote-sensing, particularly its usefulness in providing regular and repeated imagery of less accessible areas, is also of unparalleled importance for monitoring the effects of climate change, urban and rural development, looting and conflict. Further to this, the data produced is providing an exciting opportunity to examine past human-environment dynamics.

The V EARSel (European Association of Remote Sensing Laboratories) workshop will be organised by ESA and CNR (Department of Earth and Environment) and will build on previous workshops in 2008, 2011, 2012, 2013. It will bring together experts in remote-sensing, archaeologists and cultural heritage specialists to address the key strategic issues of knowledge improvement and the sustainable management of cultural resoures.

The cultural and practical interconnections between environment, culture, territory and climate change are the framework of the V EARSeL Workshop. The organising committee selected some priority themes related to:

  • SAR for palaeoenvironmental applications, site detection, risk monitoring
  • From aerial photo to declassified satellite images: the study of landscape over time using historical data sources
  • From visual data interpretation to semiautomatic and automatic procedures in an archaeological perspective
  • Remote Sensing, GIS and Geospatial analysis for risk monitoring and the management of cultural resources
  • Integration of space/air borne and ground remote sensing in archaeogeophysics
  • The “LiDAR revolution” for site discovery and the reconstruction of historical landscapes
  • Remote sensing methods for studying past human-environment interactions?
  • Tools and ideas for creating a platform to share knowledge and data.


Web site: http://congrexprojects.com/2015-events/15m38/introduction

 

Fonte: Arqueologia Medieval

 

Ultima modifica il Giovedì, 11 Giugno 2015 12:00

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo