NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Martedì, 25 Ottobre 2016 12:43

Le nuove frontiere del restauro: 33° Convegno Scienza e Beni Culturali

Dal 27 al 30 Giugno 2017 a Bressanone si terrà il 33° Convegno Internazionale Scienza e Beni Culturali sul tema "Le nuove frontiere del Restauro - Trasferimenti, Contaminazioni, Ibridazioni".

L'esito del convegno del 2016 “Eresia ed ortodossia nel restauro” rende necessario affrontare il tema concernente le nuove frontiere del restauro.  Si tratta di riflettere sulle possibilità di trasferire i risultati delle ricerche e delle esperienze maturate da lungo tempo nel settore del restauro, in ambiti più vasti.
Gli obiettivi sono quelli di orientare ed estendere anche a beni non tutelati, dalla piccola alla grande scala, metodologie, prassi e tecniche del restauro e della conservazione, attraverso processi di aggiornamento ed ibridazione.
I contributi dovranno affrontare con esempi, esperienze, casi di studio ed elaborazioni teoriche, il più ampio ventaglio di riflessioni su temi quali:
- Intervenire sull’esistente e non solo sui beni culturali
- Rigenerazione, riciclo e RI.U.SO
- Reverse engeneering
- Materiali, prodotti e tecniche innovative
- Tecnologie semplificate per i nuovi ambiti di intervento e per le attività su grande scala
- Metodologie di indagine specifiche
- Educazione e formazione nelle nuove prospettive
- Carte del Restauro, istruzioni o linee guida?

 

Note per gli autori :

Nell’intento di favorire una maggiore diffusione del contributo scientifico che il convegno Scienza e Beni Culturali da anni cerca di portare al settore della Conservazione e del Restauro, nonché di aumentarne la valorizzazione culturale si ricorda che:
Il convegno, nel quale sono previste sessioni orali e poster, avrà carattere internazionale con lingue ufficiali Italiano ed Inglese, pertanto, pur restando ferma la possibilità di proporre articoli in lingua italiana si sollecita la stesura degli stessi in lingua Inglese. Le relazioni orali potranno comunque essere tenute in italiano;
Il comitato organizzatore si riserva di chiedere agli autori di apportare le modifiche/integrazioni eventualmente suggerite dal referee. Questa articolazione richiede, per gli ovvi tempi aggiuntivi necessari per i vari passaggi, un rigoroso rispetto delle scadenze.
Per la presentazione del lavoro deve essere inviato un abstract preliminare, sufficientemente esaustivo, di lunghezza massima di una pagina, alla Segreteria del Convegno preferibilmente utilizzando il form del sito oppure via email [Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.].
Agli autori dei contributi scientifici selezionati verrà richiesto di inviare un testo esteso.

Termine invio abstract: 16 GENNAIO 2017
Termine invio testo definitivo: 19 APRILE 2017

Crediti Formativi Professionali (CFP)
Come per le precedenti edizioni, Scienza e Beni Culturali ha richiesto al CNAPPC (Consiglio Nazionale degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori) e all'Ordine dei Chimici l'accreditamento dell'evento.

Sito web: www.scienzaebeniculturali.it

 
Fonte: Segreteria del convegno Scienza e Beni Culturali

Ultima modifica il Martedì, 25 Ottobre 2016 15:41

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Sea Drone Gallipoli

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo