NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Giovedì, 25 Settembre 2014 15:19

Le Chiavi di Roma, una mostra tecnologica in quattro città per celebrare Augusto

chiavi-di-roma-augustoRoma, Sarajevo, Amsterdam,Alessandria d'Egitto sono le città protagoniste della mostra Le chiavi di Roma. La città di Augusto aperta dal 24 settembre 2014 fino al 12 aprile 2015 in contemporanea nelle quattro città in occasione dei 2000 anni dalla morte di Augusto.


L'evento è promosso da Roma Capitale assessorato alla Cultura, Creativita' e Promozione Artistica - Sovrintendenza Capitolina e dall'Istituto per le Tecnologie Applicate ai Beni Culturali (ITABC) del CNR che coordina la rete europea sui Musei Virtuali, V-MUST. Due i percorsi tematici previsti: uno narrativo - Keys To Rome. Le Chiavi di Roma - e l'altro di approfondimento tematico, che condurra' i visitatori attraverso i luoghi di Augusto - La citta' di Augusto.

"Quattro città forniranno quattro prospettive diverse sulla cultura romana: il cuore di Roma, con il Museo dei Fori Imperiali; Alessandria d'Egitto, nelle splendide sale della Biblioteca Alessandrina; Amsterdam presso l'innovativo Museo Allard Pierson e, infine, Sarajevo all'interno della storica biblioteca, sede del municipio, da poco restaurata. Le quattro locations, che simboleggiano i "quattro angoli" del mondo romano, sono alla base dell'idea della mostra europea e saranno un'occasione senza precedenti per guardare all'Impero da punti di osservazione storici, geografici, culturali e umani molto diversi.

Il centro dell'esperienza museale, un percorso fatto di filmati, di sistemi di interazione naturale e applicazioni mobili, guiderà il visitatore a ripercorrere la storia romana, grazie a due protagonisti - un vecchio mercante e suo nipote - che dovranno ritrovare gli oggetti appartenuti alla famiglia e svelarne i segreti, usando le chiavi di Roma, nell'unico giorno in cui il dio Giano consentirà di aprire le porte del tempo.

Nella Grande Aula del Museo, una mappa della città darà al visitatore la sensazione di "camminare" nella Roma di duemila anni fa. Il Foro di Augusto, il suo Mausoleo, l'Ara Pacis e gli altri monumenti, "emergeranno" dalla mappa e racconteranno la propria storia. Due busti di Augusto e Agrippa - il suo "braccio destro"- si animeranno e parleranno delle strategie e degli avvenimenti storici che hanno permesso l'irresistibile ascesa del princeps e la trasformazione della città. Infine, pannelli interattivi con tecnologia touch dislocati lungo il percorso espositivo illustreranno le novità scientifiche sugli ultimi scavi, testimoniando la continua ricerca e la presenza sul territorio degli archeologi della Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali.

Gli innovativi apparati digitali a disposizione del pubblico sono frutto del lavoro congiunto durato quattro anni da parte di ricercatori e autori all'interno del progetto V-MUST. Obiettivo della rete di eccellenza è stato quello di confrontare le esperienze dei singoli Musei e Istituzioni di ricerca, costruire un gruppo di lavoro sul tema della tecnologia virtuale al servizio dei musei e dei Beni Culturali. Le mostre di "Keys to Rome", di cui fa parte l'italiana "Le Chiavi di Roma. La Città di Augusto" sono quindi il frutto tangibile di questa collaborazione e costituiscono il prototipo per un futuro senza precedenti nel mondo scientifico di riferimento.

Nell'ambito delle attività collaterali che arricchiranno ulteriormente l'evento, verrà anche organizzata la "Digital Museum Expo", esposizione e workshop rivolti a professionisti e operatori del settore, che presenteranno le soluzioni tecnologiche più recenti, create per i musei del futuro. L'Expo sarà visitabile a Roma, sempre all'interno del Museo dei Fori Imperiali, dal 24 al 28 settembre 2014. Verrà poi spostata a turno nelle altre tre sedi di "Keys to Rome" tra ottobre e dicembre.

La particolarità della mostra, il suo approccio narrativo e multimediale ha interessato alcune importanti istituzioni statunitensi con sede a Roma aderenti all'AACUPI (Association of American College and University Programs in Italy): giovani studenti di lingua inglese fungeranno da mediatori per i visitatori non italiani, mentre altri attiveranno laboratori e concorsi fotografici ispirati alla mostra, tutto all'insegna della pluriennale sinergia tra queste Università e la Sovrintendenza Capitolina.

 

Approfondimenti: Le tecnologie de Le chiavi di Roma

 

Fonte: CNR, Mercati di Traiano, Le Chiavi di Roma www.keys2rome.eu

 

Ultima modifica il Giovedì, 12 Febbraio 2015 17:35

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo