NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Mercoledì, 21 Ottobre 2015 15:39

Le ArcheoStartup alla Borsa di Paestum: nuove imprese culturali e progetti innovativi

Anche quest'anno alla Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico di Paestum darà spazio alle "ArcheoStartUp", i giovani e nuovi progetti per la conservazione e valorizzazione del patrimonio culturale archeologico. Sabato 31 ottobre, alle ore 13.30. presso la Basilica Paleocristiana di Paestum verranno presentate nuove imprese culturali e progetti innovativi nelle attività archeologiche.

All'evento interverrà Rosario Pingaro, Presidente BCC Capaccio Paestum ed introdurrà Valeria Fascione, Assessore Internazionalizzazione, Start up e Innovazione della Regione Campania.

Saranno presentate le startup:

7emezzo.biz – Realtà Virtuale interattiva per i Beni Culturali
7emezzo.biz è una realtà nata per implementare la progettazione culturale digitale. Si occupa principalmente di realizzare rilievi 3D, ricostruzioni 3D e installazioni multimediali tridimensionali, utilizzando le ultime novità tecnologiche introdotte nel settore del Virtual Heritage come la Realtà Aumentata (AR) e la Realtà Virtuale (VR), quest’ultima fruibile per esempio da totem touch screen, videoproiezioni interattive o ancora con visori completamente immersivi. Ha collaborato con molti enti tra cui la Soprintendenza Archeologia Lombardia, la Rete dei musei archeologici delle province di Brescia, Cremona e Mantova – MA.NET, e diverse università italiane.

Associazione di Promozione Sociale Riqua – hi-Storia: i dispositivi interattivi che fanno parlare i beni culturali
Hi-Storia è un progetto innovativo nato nel 2014 dal lavoro di due giovani professionisti abruzzesi e risponde all’esigenza di promuovere i beni culturali sul territorio italiano attraverso le nuove tecnologie. I dispositivi hi-Storia riproducono in scala monumenti, aree archeologiche e centri storici e sono dotati di una speciale tecnologia che consente all’utente di accedere alle informazioni multimediali con il semplice tocco delle dita. L’accessibilità è uno dei principali valori del progetto: gli attivatori collocati sulla superficie delle stampe 3d permettono agli utenti non vedenti o ipovedenti di utilizzare con facilità i dispositivi interattivi hi-Storia. Il team di hi-Storia svolge laboratori didattici all’interno delle scuole primarie e secondarie, durante i quali gli studenti sono coinvolti attivamente nella costruzione di un dispositivo hi-Storia, che rappresenta un bene culturale della città in cui ha sede la scuola, e nella realizzazione dei contenuti (testi, audio, illustrazioni). In questo modo gli alunni, oltre ad acquisire competenze in fabbricazione digitale utilizzando stampandi 3D e hardware Arduino, contribuiscono alla valorizzazione del patrimonio culturale locale.

Biblio Point Giorgio PerlascaLe nuove professioni digitali per il marketing dei beni culturali e del turismo culturale; formazione, certificazione e applicazione pratica nel mondo degli eventi
Obiettivo è integrare competenze ed esperienza nel settore dei Beni Culturali con le nuove professioni digitali in modo da rendere maggiormente spendibile la figura professionale in un settore in forte sviluppo; porre sul mercato del lavoro una figura specializzata nella promozione e comunicazione online di eventi culturali capace di promuovere online l’arte e operare nel marketing dei servizi turistico-culturali; proporre questa figura sia ad operatori privati del settore turistico che a pubbliche amministrazioni che sia inoltre in grado di studiare il legame tra la fruizione e cià che le istituzioni realizzano e il modo di rapportarsi con il pubblico online e i social media.

Cicalese 1898 s.r.l. – “Made in Nuceria” gioielli dalla Storia
Il progetto Made in Nuceria è finalizzato alla valorizzazione della storia e attività produttive locali. La sua versatilità può sviluppare nuove forme di collaborazione con l’artigianato, le Istituzioni Scolastiche, Enti ed altre Comunità. Michele Cicalese, orafo-designer, diplomato all’Istituto Statale d’Arte Benvenuto Cellini, di Valenza Po’, spinto dall’interesse verso l’antica Nuceria Alfaterna, ha pensato di celebrare, con una propria linea di gioielli, l’importante passato della città, creando e depositando il brand “Made in Nuceria”. Lo stile dei gioielli, che realizza artigianalmente, coniuga antico e moderno; a completamento di alcuni di essi utilizza quello che, nell’arte figurativa, rappresenta la forza economica di un popolo, ovvero la moneta, dando forma, in chiave artistica, all’effige posta su di una moneta di Nuceria Alfaterna. Nuceria, città della Campania Inferiore, corrispondente all’attuale Nocera Superiore, lambita dalla via Popilia, era il più importante centro della valle attraversata dal fiume Sarno. Diverse città campane battevano moneta; le uniche coniazioni note nella valle del Sarno sono da attribuire alla zecca dell’Urbula. Le monete argentee, coniate a Nuceria Alfaterna erano Didrammi al bordo dei quali la legenda, in alfabeto osco, con lettura retrogada, “NUVKRINUM ALAFATERNUM”. Design e storia si uniscono per dare vita a gioielli unici “Made in Nuceria”. Altra collezione di gioielli è costituita da bracciali, con pietre dure naturali e riporti in argento, sui quali è incisa una lettera dell’alafabeto osco, anche noto come nucerino. In programma la realizzazione di monili ispirati a personaggi dell’antica Nuceria. Le realizzazioni vengono poste in vendita in packaging dedicato, realizzato in carta, assemblata a mano; nella custodia viene inserito un breve cenno inerente la Storia di Nuceria Alfaterna.

Laboratori Archeologici San Gallo – Laboratori Archeologici San Gallo, dalla ricerca all’impresa: uno spin-off accademico
Laboratori Archeologici San Gallo è strettamente legata alla formazione, ai progetti scientifici e alle missioni archeologiche della Cattedra di Archeologia Medievale dell’Università di Firenze. Il rapporto virtuoso fra impresa e mondo della ricerca è garantito e tutelato dal percorso di formazione per start-up intrapreso nel 2011 all’interno dell’Incubatore Universitario Fiorentino. Dal 2012 Laboratori Archeologici San Gallo è spin-off accademico dell’Università degli Studi di Firenze.
I soci hanno una vasta esperienza di natura scientifica e professionale nell’ambito della gestione dei Beni Culturali, della ricerca e della comunicazione archeologica (Archeologia Pubblica). Sono inoltre attivamente coinvolti nelle attività di ricerca, in Italia e all’estero, e nella didattica del Laboratorio della Cattedra di Archeologia Medievale.
Laboratori Archeologici San Gallo intende portare la ricerca scientifica storico-archeologica oltre l’Università, verso il mondo del lavoro e il pubblico non accademico, per trasformare i Beni Culturali in veri e propri investimenti a beneficio di molti segmenti sociali. Promuove, quindi, il rapporto tra archeologia e società civile attraverso la comunicazione efficace dei risultati della ricerca e una migliore governance del territorio e dei Beni Culturali.

Museion srl – Gestione e valorizzazione del Museo dei Brettii e degli Enotri di Cosenza
Il progetto finanziato dalla regione Calabria prevede la gestione e la valorizzazione della struttura museale attraverso la realizzazione di diverse attività che vanno dalla organizzazione dell’accoglienza, delle visite guidate e dei laboratori didattici alla gestione della caffetteria attraverso iniziative che verranno illustrate nel corso della presentazione.

Pausanias Viajes Arqueologicos
Pausanias è una impresa turistica ed agenzia viaggi con sede a Madrid specializzata nel disegno di itinerari e viaggi di tematica archeologica nell’ambito del Mediterranneo. Per l’estate 2016 Pausanias in collaborazione con il trust Sostratos presenta un nuovo progetto di turismo esperienziale legato all’archeologia. Si tratta di un archeocampamento dedicato agli appassionati di archeologia e ai turisti che desiderano partecipare attivamente a uno scavo archeologico. Presentiamo l’interessante modello creato dal trust Sostratos dove diversi soggetti privati intervengono nell’elaborazione di un progetto con l’obiettivo di sostenere il finanziamento di un’attività culturale come uno scavo archeologico e le relative attività di studio e restauro. Pausanias come agenzia turistica specializzata apporta, in sinergia con Sostratos, la preparazione adeguata del prodotto turistico per presentare diverse offerte di partecipazione all’utente finale. Dopo due anni di esperienze il modello creato dal trust Sostratos ormai può dirsi consolidato e finalmente il progetto prevede la sua diffusione in ambito nazionale ed internazionale.

 

Consulta il programma completo della Borsa su www.bmta.it

 

Fonte: BMTA

 

 

Ultima modifica il Mercoledì, 21 Ottobre 2015 16:01

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo