NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Il rilievo dalla piccola alla grande scala, una sessione dedicata durante il Forum TECHNOLOGYforALL 2014

piazza miracoli 3dIl pomeriggio del 5 giugno, durante il secondo giorno del Forum TECHNOLOGYforALL 2014, è programmata in agenda una sessione principale in Auditorium dedicata al tema “Il rilievo dalla piccola alla grande scala”.


La sessione è condivisa dalle Conferenze “Tecnologie per il Territorio” e “Tecnologie per i Beni Culturali”. Moderata da Renzo Carlucci, il direttore editoriale sia della rivista GEOmedia che della rivista Archeomatica, la sessione conterrà interventi su: nuove tecnologie per la fotogrammetria digitale (Fabio Remondino e Francesco Nex della Fondazione Bruno Kessler), il rilievo territoriale e geo-topografico 3D con i sistemi UAV (Gabriele Santiccioli di Flytop), il rilievo per il restauro del Teatro Lirico di Milano (Davide Rigoldi), ed ancora rilievi da aereo e da satellite, laser scanner e Lidar, modelli 3D, ecc.

Il Forum TECHNOLOGYforALL 2014 è il primo evento dedicato all'innovazione tecnologica che si pone l'obiettivo di promuovere le tecnologie e le competenze che sono applicabili agli ambiti strettamente correlati del territorio, delle smart city e dei beni culturali.
Il Forum è articolato in tre conferenze che si svolgono presso la stessa location e trovano momenti di condivisione.
Il Forum TECHNOLOGYforALL 2014 si svolgerà a Roma il 4 e 5 giugno 2014 presso il Centro Congressi Frentani, a poca distanza dalla Stazione Termini e dalle metro.

Per tutte le informazioni ed iscrizioni: www.technologyforall.it

Sostieni la rivista Archeomatica ed il sito Archeomatica.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata ai beni culturali, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

/div>

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo