NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Venerdì, 22 Gennaio 2016 10:32

Conferenza Generale di ICOM 2016 a Milano dal 3 al 9 Luglio

Ogni tre anni, la Conferenza Generale di ICOM riunisce la comunità museale internazionale su un tema scelto dai professionisti museali. In una settimana di incontri, i circa 4.000 partecipanti discutono, si scambiano idee e riflessioni su molteplici questioni relative al mondo museale. È un grande evento che dà vita a incontri scientifici e tecnici, organizzati dai diversi Comitati dell’ICOM, a forum dedicati alle principali tematiche che i musei si trovano a dover affrontare nella realtà contemporanea, a sessioni plenarie con keynote speakers di alto rilevo  internazionale, a sessioni in cui vengono definite le strategie dell´organizzazione per il successivo triennio.

Nel 2016, la ventiquattresima Conferenza Generale di ICOM si terrà a Milano dal 3 al 9 luglio.

Sono molte le professioni rappresentate alla Conferenza Generale: conservatori, curatori, archeologi, architetti, urbanisti, economisti della cultura, amministratori e membri di consigli di amministrazione dei musei, esponenti e funzionari governativi, fornitori e consulenti di beni e servizi museali e molte altre.
A ogni edizione della Conferenza Generale, sono presenti più di 100 nazionalità.

International Council of Museums (ICOM) e ICOM Italia
Il Consiglio Internazionale dei Musei (ICOM), creato nel 1946, è l’organizzazione non governativa mondiale di musei e di professionisti museali. La missione di ICOM è promuovere e proteggere il patrimonio culturale e naturale, tangibile e intangibile, presente e futuro. Con più di 32.000 membri presenti in 136 Paesi, la rete internazionale di ICOM è composta da professionisti museali impegnati nei più diversi ambiti dei musei e specializzati nelle molte discipline coinvolte nella tutela, valorizzazione e gestione del patrimonio culturale.
ICOM Italia - Comitato Nazionale Italiano di ICOM - è l´organizzatore della Conferenza ed  è la più antica e la maggiore associazione museale del nostro Paese, che si occupa di tutte le problematiche connesse alla difesa e allo sviluppo dei musei e della professione museale.
Il tema della Conferenza: musei e paesaggi culturali
Nell’invitare i colleghi di tutto il mondo alla 24a Conferenza generale di ICOM Milano 2016, ICOM Italia ha loro proposto di affrontare un tema caro alla museologia italiana: il rapporto tra musei e paesaggi culturali. Una questione centrale per l’Italia, ma anche una prospettiva strategica per i musei del Terzo Millennio in tutto il mondo. Un’occasione e una sfida per il rilancio e il rinnovamento della loro missione e per il rafforzamento del loro ruolo culturale e sociale.

Iscriviti entro il 28 gennaio 2016 e risparmia 100 euro! Clicca qui.


Sito web di ICOM Milano 2016: www.milan2016.icom.museum

Pagina Facebook: https://www.facebook.com/ICOMGeneralConference

 

Fonte: ICOM 2016

 

English Version

 

24TH ICOM (INTERNATIONAL COUNCIL OF MUSEUMS) GENERAL CONFERENCE - MILAN, ITALY, 3-9 LUGLIO 2016

Every three years, ICOM’s General Conference gathers the international museum community around a theme chosen by museum professionals. The theme of the ICOM Milano 2016 will be “Museums and cultural landscapes”, which raises a number of interesting issues, as museums around the world strive to redefine their roles and positions in relation to their communities and with respect to the cultural heritage that lies beyond their walls.

Packed with stimulating sessions, worldwide known keynote speakers, networking opportunities and committee meetings, the week-long ICOM General Conference is key in allowing ICOM’s 35,000 members from 136 countries, alongside other museum professionals from an array of cultural and linguistic horizons, to maintain and expand their expertise and leadership on cultural heritage issues.

Many professions are represented at the General Conferences: museum and heritage professionals, curators, conservators, archaeologists, historians, architects, urban planners, exhibition designers, project managers, archivists, registrars, inventory coordinators, document and knowledge managers, librarians, government officials, cultural policy makers, cultural officers, tourism experts, researchers, academics, lecturers, artists, suppliers, consultants… Participants can also be culture enthusiasts, senior members and students of the above fields and, of course, ambitious newcomers.

 

International Council of Museums (ICOM) and ICOM Italy
The International Council of Museums (ICOM), created in 1946, is a worldwide organisation of museums and museum professionals. ICOM is committed to promoting and protecting natural and cultural heritage, present and future, tangible and intangible.  ICOM promotes standards of excellence in the museum field, in particular through its ICOM Code of Ethics for Museums, a standard-setting tool for museums, which includes basic principles for museum governance, the acquisition and disposal of collections, and rules for professional conduct. ICOM’s other activities include fighting illicit traffic in cultural goods and promoting risk management and emergency preparedness to protect world cultural heritage in the event of natural or man-made disasters.
The Italian National Committee of ICOM is the leading professional association of the museum sector in Italy. It takes care of all the problems closely related to the development and the defense of the profession. ICOM Italy promotes and also coordinates the activities of the Permanent Conference for the Italian Museum Associations.

 

Register by January 28, 2016 and save 100 euro! Click here

 

Source: ICOM 2016

 

Immagine:

Ambrogio Lorenzetti, Allegoria ed Effetti del Buono e del Cattivo Governo, Effetti del Buon Governo in campagna (1338-1339)
Affresco - Sala del Consiglio dei Nove o della Pace, Palazzo Pubblico di Siena.
Nell’affresco è rappresentato il paesaggio rurale e urbano di Siena. È la prima volta che nella storia della pittura italiana, il paesaggio diventa il soggetto principale di un dipinto. Al tempo stesso esso è evocato per proporre un messaggio politico attualissimo: quello del “buon governo” della comunità e del territorio

Image:

Ambrogio Lorenzetti, Allegoria ed Effetti del Buono e del Cattivo Governo, Effetti del Buon Governo in campagna | Allegory and Effects of the Good and Bad Governance (1338-1339)
Affresco - Sala del Consiglio dei Nove o della Pace, Palazzo Pubblico di Siena.
The painting represents the rural and urban landscape of Siena. For the first time in the Italian painting history, landscape is the main subject in a painting and it is evocated in order to sustain a real actual political message: the relationship between “good governance”, local community and territory.

Ultima modifica il Venerdì, 22 Gennaio 2016 15:19

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo