NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Martedì, 10 Febbraio 2015 12:50

Tomografia 3D su una mummia di bambino peruviano

mummia peruviana bambinoL'Ospedale per Bambini di Cincinnati, nell'Ohio, ha recentemente collaborato allo studio di una mummia di circa 1000 anni fa di un bambino peruviano appartenente al Museo dell'Uomo di San Diego. L'esame diagnostico è stato eseguito in occasione dell'esposizione "Mummie del Mondo" aperta al Museo di Cincinnati. Scopo delle analisi era rivelare sesso, età e causa della morte del bambino.

La tecnologia utilizzata, basata su raggi x è la tomografia computerizzata, normalmente utilizzata in diagnostica medica, e ha permesso di ricostruire in tre dimensioni la piccola mummia ed effettuare quindi una sorta di "autopsia virtuale".

Il Dott. Andrew Trout dell'Ospedale per Bambini è stato coinvolto nelle analisi TAC e ha dichiarato come queste analisi non siano sempre facili poiché si basano sull'acqua presente nei tessuti, e negli organi. La tecnica permette di rintracciare eventuali anomalie grazia ad un attenta valutazione delle immagini.
Il cranio del bambino era stato apparentemente legato in vita, "sono evidenti tracce di modifica cranica artificiale. Molte culture sudamericane ritenevano che una testa lunga e stretta fosse bella, portando così a legare i crani dalla nascita", ha detto Cody Hefner del Cincinnati Museum Center .

I risultati della analisi hanno permesso una ricostruzione in 3D del bambino nell'atto della morte e sarà presentato durante la mostra sulle Mummie fino ad Aprile 2015.
Mummie del Mondo è la più grande esposizione di mummie e manufatti relativi mai realizzata. Sono esposti 150 oggetti e reperti, tra cui mummie umane provenienti dal Sud America, Europa, Asia, Oceania e l'Egitto ed animali. Nei primi anni 2000, gli archeologi hanno trovato i corpi di altre tre mummie inca di bambini nelle Ande. Nel 2013 altri studiosi hanno scoperto che i bambini venivano drogati come parte di una serie lunga anno di processi cerimoniali che portano al loro sacrificio finale.Gli archeologi hanno fatto la scoperta dopo aver analizzato alcuni campioni di capelli dalle mummie che hanno rivelato che tutti i bambini erano state date foglie di coca e birra.

 

Ulteriori immagini sono disponibili sul sito dell'Ospedale per Bambini di Cincinnati

 

Fonte: Ancient Origins

 

Ultima modifica il Giovedì, 12 Febbraio 2015 17:36

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo