NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Lunedì, 30 Marzo 2015 10:54

Prima applicazione della micro-SORS per lo studio di stratigrafie di opere d'arte

Per la prima volta è stata applicata con successo la nuova tecnica analitica non distruttiva micro-SORS allo studio di stratigrafie di opere d'arte. Un team di ricercatori dell'ICVBC-CNR di Milano e del Central Laser Facility, STFC - RAL, Oxfordshire (UK) ha infatti analizzato la composizione di opere d’arte al di sotto della superficie mediante questa tecnica basata su laser, da loro recentemente sviluppata.

Lo studio stratigrafico è stato compiuto su dipinti murali e sculture in terracotta policroma datati tra il XV e il XVIII secolo situati nelle cappelle dei Sacri Monti, Patrimonio dell’Unesco e pubblicato nel Journal of Raman Spectroscopy con un articolo dal titolo "Subsurface analysis of painted sculptures and plasters using micrometre-scale spatially offset Raman spectroscopy (micro-SORS)". In questo modo i ricercatori hanno ottenuto informazioni sulla composizione chimica degli strati investigati direttamente sulla superficie dei campioni.

"I risultati ottenuti hanno trovato già consenso nella comunità scientifica; il Dott. Marco Leona, direttore del dipartimento di ricerca scientifica del Metropolitan Museum of Art di New York e uno dei maggiori esperti nella scienza della conservazione, ha commentato: “I had wanted to see SORS being applied in our field for a long time, and the work that Realini and Conti have done with Matousek shows how powerful this technique is. I was frankly surprised to see the quality of the results that can be obtained with a simple and clever adaptation of standard instrumentation. This approach has enormous potential in our field”.

"La nuova tecnologia si basa sulla penetrazione di un raggio laser in oggetti opachi e offre informazioni sulla composizione chimica dei materiali investigati. L'elaborazione matematica dei diversi spettri Raman registrati sulla superficie, sia a fuoco che "defocalizzati", permette di isolare i segnali Raman puri dei singoli strati.

Attualmente il team sta lavorando anche alla fattibilità del trasferimento della tecnica micro-SORS ad un sistema portatile, che costituirebbe una frontiera indispensabile nello studio non solo delle opere d’arte, ma anche in altri campi di ricerca, nel settore tecnologico industriale e nei sistemi di controllo qualità".

 

Approfondisci: Nuova tecnica laser per lo studio delle superfici dei dipinti

 

Fonte: ICVBC

Foto: analisi di un campione di laboratorio

 

Ultima modifica il Lunedì, 30 Marzo 2015 11:14

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Sea Drone Gallipoli

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo