NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Nuova risorsa web per l'identificazione di materia prima dura animale

vaht13

Visualising Animal Hard Tissue è un progetto di ricerca nell'ambito del Progamma Scienza e Patrimonio Culturale gestito dall'Arts and Humanities Research Council e l' Engineering and Physical Sciences Research Council e sostenuto dal Research Councils UK. Utilizzando una serie di tecniche di imaging 3D, il progetto sta sviluppando una risorsa basata sul di immagini e modelli 3D foto-realistici che possono essere manipolati per capire meglio la natura delle materie prime e dei manufatti lavorati, ed aiutare così l'identificazione della materia dura di orgine animale. Tale risorsa in rete sarà a disposizione dei professionisti del patrimonio culturale e della ricerca e per la lotta contro il crimine della fauna selvatica.

Le materie dure animali come l'avorio, corno e osso sono infatti state utilizzate come materie prime per arredi e oggetti di arredo, gioielli che costituiscono parte del patrimonio culturale. Il nuovo portale vuole unire le tecnologie scansioni laser 3D con i raggi X ed altre tecnologie di imaging, permettendo agli utenti di visualizzare la struttura dei tessuti duri in 3D, in modo da offrire utili informazioni pee indagini per musei, case d'asta e per funzionari doganali alla ricerca di potenziali traffici illeciti di materiali provenienti da animali protetti.

Il Dott. Andrew S. Wilson, ricercatore in Scienze Forensi e archeologo presso l'Università di Bradford, ha presentato la nuova risorsa alla conferenza Science & Heritage a svoltasi a fine ottobre a Londra. "Può essere davvero difficile dire quali materiali siano presenti in un oggetto, perché il loro aspetto può variare a seconda di come sono stati lavorati o tagliati, e se l'oggetto è stato danneggiato. Ci aspettiamo che questa risorsa aiuti i professionisti e le organizzazioni che in precedenza avevano solo immagini 2D e libri di testo per la propria attività ", ha dichiarato Wilson.
La risorsa sarà disponibile online da inizio 2014, ed è stato progettata per rispondere alle esigenze di una vasta gamma di utenti, tra cui archeologi, restauratori, storici, storici dell'arte, scienziati, professionisti del patrimonio di storia locale, collezionisti privati ​​e case d'asta. 

 

Sito web

Blog

Pagina Facebook

Twitter


Fonte: Heritage Portal

 

TFA 2019
TFA 2019
/div>

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo