NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Factum Foundation ed Autodesk insieme per la fotogrammetria ad alta risoluzione

La Factum Foundation dedicata a promuovere tecnologie digitali per conservazione del patrimonio culturale è lieta di annunciare la collaborazione con Autodesk nell'utilizzo del software Memento (di prossima uscita in commercio con il nome di Autodesk Remake) per implementare e migliorare l'applicazione della fotogrammetria ad alta risoluzione nella digitalizzazione di oggetti del nostro patrimonio culturale.

Autodesk Memento è una soluzione end-to-end per convertire dati acqusiti (foto o scansioni) in mesh 3D ad alta definizione che possono essere pulite ed ottimizzate per ulteriori processi di reverse engineering, flussi digitali o fabbricazioni CNC o stampa 3D, e per la visualizzazione sul Web. La particolarità del software risiede nell'uso della 'nuvola', rendendo il trattamento di grandi quantità di dati accessibile, facile e veloce.
Factum Foundation ha appena completato il rilievo del sarcofago in alabastro risalente al XIII sec. a.C. del faraone Seti I al Museo Sir John Soane a Londra. Oltre 4.500  immagini ad alta risoluzione sono stati acquisite utilizzando una Canon 5DSR ed un impianto appositamente progettato. Queste immagini saranno trattati con Memento, e poi unite in un unico file ad alta risoluzione contenente dati 3D a colori.
Il rilievo di tutta la tomba di Seti I nella Valle dei Re, a Luxor inizierà ad Aprile come parte della Theban Necropolis Preservation Initiative. Lo scopo dell'iniziativa è quello di produrre file 3D e a colori di tutte le superfici in rilievo dipinte nella tomba di Seti I, li dove l'obiettivo di accuratezza permette lo studio forense e la ricerca. Questi file verranno utilizzati per realizzare un fac-simile esatto della tomba.

Il lavoro della Factum Foundation beneficerà delle funzionalità del software Memento, concentrandosi sul miglioramento della qualità dei dati e la velocità di elaborazione. L'obiettivo è quello di rendere l'uso della fotogrammetria ad alta risoluzione universale nella documentazione dei beni culturali per rilevare la forma, il colore e la superficie di oggetti e di siti.
La tecnologia alla più alta risoluzione può rendere significativi i dati per la ricerca accademica, i report di conservazione, il monitoraggio delle condizioni e studi indipendenti; dati ad alta risoluzione possono sempre essere compressi, ma i dati a bassa risoluzione non possono mai essere amplificati per contenere informazioni che non sono stati acquosite al momento del rilievo. Spingere la tecnologia al limite e sviluppare applicazioni software sono due obiettivi al centro di questo accordo tra la Fondazione Factum e Autodesk.


L'attività condotta da Factum Foundation dimostra la necessità urgente di applicare la tecnologia per la conservazione del passato. Essa conduce ad una comprensione più profonda di pensieri e capacità delle generazioni precedenti, se siamo in grado di documentare accuratamente l'evidenza fisica del passato e utilizzare queste informazioni per mettere in discussione e comprendere le mediazioni e le trasformazioni che esso contiene. Secondo la Factum Foundation qeusto approccio può portare ad una nuova comprensione della protezione e della conservazione del patrimonio culturale. Ad esempio, la possibile scoperta della tomba di Nefertiti all'interno del tomba di Tutankhamon si basa su scansioni ad alta risoluzione di Factum Fonundation a partire dal 2009. Il lavoro che Factum Fondazione sta ora portando avanti con Autodesk Memento può portare a scoperte ancora più grandi!

 

Fonte: Factum Foundation

 

itsqarhyzh-CNnlenfrdejaptrues
Sea Drone Gallipoli
/div>

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo