NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Giovedì, 21 Aprile 2016 09:40

Factum Foundation ed Autodesk insieme per la fotogrammetria ad alta risoluzione

La Factum Foundation dedicata a promuovere tecnologie digitali per conservazione del patrimonio culturale è lieta di annunciare la collaborazione con Autodesk nell'utilizzo del software Memento (di prossima uscita in commercio con il nome di Autodesk Remake) per implementare e migliorare l'applicazione della fotogrammetria ad alta risoluzione nella digitalizzazione di oggetti del nostro patrimonio culturale.

Autodesk Memento è una soluzione end-to-end per convertire dati acqusiti (foto o scansioni) in mesh 3D ad alta definizione che possono essere pulite ed ottimizzate per ulteriori processi di reverse engineering, flussi digitali o fabbricazioni CNC o stampa 3D, e per la visualizzazione sul Web. La particolarità del software risiede nell'uso della 'nuvola', rendendo il trattamento di grandi quantità di dati accessibile, facile e veloce.
Factum Foundation ha appena completato il rilievo del sarcofago in alabastro risalente al XIII sec. a.C. del faraone Seti I al Museo Sir John Soane a Londra. Oltre 4.500  immagini ad alta risoluzione sono stati acquisite utilizzando una Canon 5DSR ed un impianto appositamente progettato. Queste immagini saranno trattati con Memento, e poi unite in un unico file ad alta risoluzione contenente dati 3D a colori.
Il rilievo di tutta la tomba di Seti I nella Valle dei Re, a Luxor inizierà ad Aprile come parte della Theban Necropolis Preservation Initiative. Lo scopo dell'iniziativa è quello di produrre file 3D e a colori di tutte le superfici in rilievo dipinte nella tomba di Seti I, li dove l'obiettivo di accuratezza permette lo studio forense e la ricerca. Questi file verranno utilizzati per realizzare un fac-simile esatto della tomba.

Il lavoro della Factum Foundation beneficerà delle funzionalità del software Memento, concentrandosi sul miglioramento della qualità dei dati e la velocità di elaborazione. L'obiettivo è quello di rendere l'uso della fotogrammetria ad alta risoluzione universale nella documentazione dei beni culturali per rilevare la forma, il colore e la superficie di oggetti e di siti.
La tecnologia alla più alta risoluzione può rendere significativi i dati per la ricerca accademica, i report di conservazione, il monitoraggio delle condizioni e studi indipendenti; dati ad alta risoluzione possono sempre essere compressi, ma i dati a bassa risoluzione non possono mai essere amplificati per contenere informazioni che non sono stati acquosite al momento del rilievo. Spingere la tecnologia al limite e sviluppare applicazioni software sono due obiettivi al centro di questo accordo tra la Fondazione Factum e Autodesk.


L'attività condotta da Factum Foundation dimostra la necessità urgente di applicare la tecnologia per la conservazione del passato. Essa conduce ad una comprensione più profonda di pensieri e capacità delle generazioni precedenti, se siamo in grado di documentare accuratamente l'evidenza fisica del passato e utilizzare queste informazioni per mettere in discussione e comprendere le mediazioni e le trasformazioni che esso contiene. Secondo la Factum Foundation qeusto approccio può portare ad una nuova comprensione della protezione e della conservazione del patrimonio culturale. Ad esempio, la possibile scoperta della tomba di Nefertiti all'interno del tomba di Tutankhamon si basa su scansioni ad alta risoluzione di Factum Fonundation a partire dal 2009. Il lavoro che Factum Fondazione sta ora portando avanti con Autodesk Memento può portare a scoperte ancora più grandi!

 

Fonte: Factum Foundation

 

Ultima modifica il Giovedì, 21 Aprile 2016 10:05

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo