NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Archeomatica 1 2021 - Digitalizzazione 3D, webGIS e Archeologia Forense

In questo numero di Archeomatica scopriamo o ricordiamo, attraverso i suoi autori nelle diverse applicazioni, alcune abilità e facilitazioni che la georeferenziazione, la modellazione 3D, il rendering, la realtà aumentata e infine l’intelligenza artificiale consentono di svolgere in parziale automazione, ma che in tempi ancora recenti erano considerate una prerogativa della mente umana, anche geniale, enigmistica, su base neuronale, abbastanza rara e parte consistente di una formazione professionale.

Ritrovare le persone, ricostruire un oggetto prezioso disperso, identificare un territorio attraverso i suoi mutamenti, ripristinare in anastilosi virtuale un sito storico o archeologico perfino invisibile all’occhio umano e anche isolare un virus sono tutti traguardi raggiungibili con la rapidità di un test dalla potenza d’immagazzinamento di una banca dati computerizzata in uno smartphone. Per una rivista che si addentra nella studio e nella ricerca tecnologica di beni culturali è immediato chiedersi a che punto sia il riconoscimento fotografico. Una tecnica fondamentale nel recupero degli oggetti d’arte dispersi, distrutti, smarriti, rubati o anche solo esportati o ritrovati nel tentativo di andare incontro ad un mercato e ad un’offerta migliore per chi voglia valorizzare una risorsa economica peculiare al paese, turisticamente forse il più sviluppato al mondo, se si eccettua lo sforzo di valorizzazione compiuto dagli Stati Uniti, sul piano degli acquisti di opere d’arte: proteggere un pezzo della storia e l’interesse di beni che ancora possono essere privati (Continua a leggere l'editoriale).

Buona lettura dalla Redazione!

EDITORIALE
Tecniche di riconoscimento fotografico
di Francesca Salvemini

DOCUMENTAZIONE

6 Il Tesoro di Sant’Eufemia rinasce in 3D
Esempio di digitalizzazione di reperti non direttamente fruibili
di Francesco La Trofa, Gabriele Simonetta, Felicia Villella

16 Multimedialità alle Terme di Diocleziano 2010-2020: 10 anni di esperienze al Museo Nazionale Romano
di Carlotta Caruso

22 Un sistema Web-GIS dei Beni di Interesse Culturale e Paesaggistico nelle Marche
di Annalisa Conforti, Giovanni Issini, Camilla Tassi, Sara Trotta, Luigi Federico D’Amico, Eva Savina Malinverni

28 L'Archeologia Forense e la Ricerca di Persone Scomparse
di P. M. Barone

RUBRICHE
32 AZIENDE E PRODOTTI
35 RECENSIONE
36 AGORA
42 EVENTI



 

PUOI RICEVERLO IN SPEDIZIONE CARTACEA O DOWNLOAD DIGITALE 

ABBONANDOTI QUI

UNA PREVIEW ON-LINE E' DISPONIBILE A 
QUESTO LINK


I singoli articoli sono disponibili per gli autori in Open Access QUI

 


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.archeomatica.it/34u8

Sostieni la rivista Archeomatica ed il sito Archeomatica.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata ai beni culturali, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.

Abbonatevi CLICCANDO QUI  


/div>

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo