NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Recuperare il passato cinematografico

Sarà presentato alle Giornate del Cinema Muto di Pordenone in programma dal 1 all'8 ottobre 2011, il restauro delle film The Soldier's Courtships, primo film a soggetto britannico, che si riteneva essere stato perduto da più di 115 anni ma recentemente ritrovato presso gli archivi della Cineteca Nazionale.







Il film fu realizzato da Robert William Paul nell'aprile 1896 sul tetto del Teatro Alhambra a Londra e arrivò in Italia con il titolo Bacio movimentato in pubblico. Il restauro del film é stato effettuato in digitale dal laboratorio tedesco Omnimago, utilizzando uno scanner di ultima generazione della Digital Film Technology denominato SCANITY, recuperando un frammento mancante conservato per
moltissimi anni presso la collezione KODAK ma appartenente al National Media Museum di Bradford.
Senz'altro interessante é il fatto che per vedere se la pellicola originaria fosse colorata, sono state eseguite analisi chimico-fisiche sulla pellicola, eseguite al Dipartimento di Fisica del'Università degli studi Roma Tre e ai Dipartimenti di Chimica e Scienze della Terra di Roma La Sapienza, all'Istituto Centrale per il Restauto e la Conservazione del Patrimonio Archivistico e Librario e all'Istituto Superiore per la Conservazione e il Restauro.

Le immagini restaurate sono state registrate nuovamente su pellicola 35 mm. Il film sarà proiettato lunedì 3 ottobre e mercoledì 5 al Teatro Verdi di Pordenone.

(Fonte: Cinecittà Luce)

{linkr:bookmarks;size:small;text:nn;separator:+;badges:19,20,22,23,24,28}

Sostieni la rivista Archeomatica ed il sito Archeomatica.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata ai beni culturali, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo