NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Realtà aumentata e QR Code per musei innovativi

fitzlabLa Fondazione Flitz Carraldo organizza per il 21 febbraio 2013 un incontro dal titolo "Realtà aumentata e QR Code per  musei innovativi - Il caso della GAM di Torino. Didascalie Interattive (QR Code) e Realtà Aumentata (Augmented Reality) sono stati parte integrante della mostra che la GAM di Torino ha dedicato a Salvatore Scarpitta nel 2012. Una novità importante in quanto pochi sono i casi in cui la realtà aumentata è stata fino ad oggi utilizzata in progetti museografici. Questa forma di comunicazione e mediazione innovativa è stata integrata da una campagna sui social network e da una ipotesi di applicazione mobile per il museo. Il tutto nell'ambito di un'esperienza di tirocinio per lo sviluppo tecnologico svolto alla GAM da Rocco Alberto Currà, che  in questa serata a FITZLAB presenterà la sperimentazione insieme ad Alessandro Isaia, responsabile del Settore Comunicazione, Marketing, Web e Ufficio Stampa della Fondazione Torino Musei.

Nel caso della mostra alla GAM questa forma di comunicazione e mediazione innovativa è stata integrata da una campagna sui social network e da una ipotesi di applicazione mobile per il museo. I risultati sono stati raccolti in un e-book pubblicato su iTunes store. 

L'evento del 23 febbraio permetterà di approfondire le proprie consocenze sui QR e le forme di realtà aumentata e come tali tecnologie possono arricchire l'esperienza culturale.

L'incontro inizierà alle ore 18.00. L'ingresso è libero e gratuito fino ad esaurimento posti. 

E' gradita la prenotazione: laura.cherchi@fitzcarraldo

 

Evento su Facebook

 

Fonte: Fonazione Fitz Carraldo www.fitzlab.it

 

Sostieni la rivista Archeomatica ed il sito Archeomatica.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata ai beni culturali, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo