NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Leonardo al Castello Sforzesco

sala delle asseIl Centro per la Conservazione e Valorizzazione dei Beni Culturali del Politecnico di Milano organizza un seminario dal titolo "Leonardo al Castello Sforzesco". L'evento rientra all'interno del Ciclo di seminari CH-seminars@Polimi e presenterà le attività di conservazione e diagnostica della Sala delle Asse.

La sala prende il nome dal rivestimento in legno delle pareti; la volta è stata dipinta da Leonardo e alcuni suoi collaboratori. Qui sono raffigurati rami fioriti intrecciati tra loro che creano un suggestivo pergolato che ricopre tutta la superficie voltata. Tra i rami si muove una particolare corda d'oro ed è raffigurato anche lo stemma araldico degli Sforza. 


Il seminario si svolgerà mercoledì 21 novembre 2012 alle ore ore 15.00 presso il Dipartimento di Chimica, Materiali e Ingegneria Chimica “ Giulio Natta” nell'Aula Natta, Piazza Leonardo da Vinci, 32 Milano.

sala asse

Programma

 

Claudio Salsi

Introduzione

Francesca Tasso, Francesca Rossi

La Sala delle Asse: conoscenza e conservazione

Elisabetta Rosina

Analisi termografiche e test integrativi per la mappatura di struttura e rivestimenti

 

Per ulteriori informazioni:

Centro per la Conservazione e Valorizzazione dei Beni Culturali

Segreteria: Dott.ssa Maria Licia Zuzzaro e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Tel. 022399.2232

Fonte: CVBC

 

Sostieni la rivista Archeomatica ed il sito Archeomatica.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata ai beni culturali, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo