NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

3° Seminario Nazionale di Archeologia Virtuale

Il 19 e il 20 giugno 2012 si svolgerà a Roma presso la Sala Levi dell'Università Sapienza (Sede ex Vetrerie Sciarra, via dei Volsci 122) il 3° Seminario di Archeologia Virtuale: comunicare in digitale.

L'evento si svolge grazie al patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, del Ministero degli Affari Esteri, dell'Associazione Internazionale di Archeologia Classica, della Scuola Archeologica Italiana di Atene.


Quest'anno il seminario approfondirà il tema della comunicazione relativa a studi, ricerche e risultati scientifici del mondo archeologico ad un pubblico sempre più interessato alla cultura e alla storia. 

Il seminario ha un obiettivo sia scientifico che didattico: anche in questa occasione sarà diviso in due giornate, la prima dedicata a due FreeLab gratuiti su GIS & 3D in Archeologia, la seconda riservata ai tanti studenti ed operatori dei beni culturali interessato a questo ambito, con interventi didattici e di confronto su alcuni casi di studio. L'evento sarà l'occasione per confrontarsi con i protagonisti dell'archeologia virtuale in Italia. A questo link è possibile scaricare il programma. 

Si parlerà di come le nuove tecnologie stanno cambiando il modo di comunicare, di entrare in relazione con il pubblico e di fare comunicazione del patrimonio archeologico. 

Per partecipare ai FreeLab ogni partecipante dovrà dotarsi di un computer portatile dotato dei seguenti programmi: GRASS, QGIS, The Gimp e Blender; per il 3D le lezioni verteranno su Photoshop CS6/Lightroom 4 e 3DS Max 2013, che l'utente può comunque scaricare gratuitamente in versione trial.

La giornata del 20 giugno sarà registrata e andrà in diretta streaming.

A questo link l'evento su facebook.

Sostieni la rivista Archeomatica ed il sito Archeomatica.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata ai beni culturali, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo