NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Martedì, 26 Marzo 2013 10:36

A Valencia applicati nuovi sensori per il monitoraggio degli affreschi

ivcr affreschiUn sistema di tecnologia, unico in Europa, è stato applicato per preservare l'affresco rinascimentale degli angeli della Cattedrale di Valencia. Manuel Thomas, CEO della Generalitat CulturArts, ha spiegato che l'Unità per la Conservazione, il Restauro e la Ricerca del'IVC + R ha installato "una tecnologia all'avanguardia, unica in Europa, nella Cattedrale di Valencia per preservare l'affresco rinascimentale degli angeli", che si trova nella cappella maggiore del Duomo.

Thomas ha dichiarato che la Cattedrale di Valencia è l'unica chiesa europea che utilizza questo programma all'avanguardia e che CulturArts Generalitat, "sta lavorando instancabilmente per utilizzare questa tecnologia come un alleato nella conservazione dei beni culturali nella Regione" .

Si tratta del collocamento in situ di 67 sensori di sei millimetri di grandezza sui dipinti degli angeli musicanti che controllano in ogni momento i parametri fisici che possono alterarsi. I sensori sono installati per lo più nella parte danneggiata dei dipinti, sulla cupola, per evitare di danneggiare gli affreschi e non interferire la prospettiva dei visitatori della cattedrale.

I sensori acqusiscono una media di due milioni di dati al mese e, come ha spiegato il direttore generale, "il controllo della temperatura, umidità relativa, alterazioni dei parametri fisici, radiazioni ultraviolette o acqua."

"Dobbiamo costantemente misurare e monitorare attentamente lo stato degli affreschi in quanto sono un gioiello senza precedenti e particolarmente importanti nella Regione. Il nostro obiettivo è quello di fornire informazioni che indicano se questi parametri sono cambiati, perché a lungo andare può influenzare la loro conservazione" .

I dati sono raccolti attraverso i sensori installati negli affreschi, il soffitto, le nervature e le murature, la temperatura di emissione e le informazioni ambientali e acquisiscono dati tutto il giorno che sono salvati in un microprocessore che mensilmente gli nalizza con un software specializzato che è in grado di registrare qualsiasi alterazione o modifica dei parametri di cui sopra, se i dipinti sono stati modificati o si stanno deteriorando.

Questo sistema di conservazione preventiva e la Cattedrale di Valencia è l'unico che è stato sottoposto a questi trattamenti in modo così completo grazie al lavoro svolto dall' IVC + R.

 

Fonte: IVC+R (Instituto Valenciano de Conservacion y Restauraciòn)

 

Ultima modifica il Giovedì, 12 Febbraio 2015 17:33

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo