NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Venerdì, 05 Luglio 2013 10:37

Mummie in 3D per una mostra interattiva in Svezia

digitalizzazione di antiche mummie egizieLe mummie del Museo Medelhavsmuseet a Stoccolma saranno digitalizzate grazie ad una tecnologia che utilizza foto e scansioni a raggi X per creare modelli 3D. Tali mummie digitalizzate faranno parte di un'esposizione permanente la cui inaugurazione è prevista per la primavera del 2014.

I curatori del Museo ritengono che quest'iniziativa possa aiutare i visitatori ad acquisire una comprensione più profonda nella vita degli antichi egiziani. Il museo esplorerà sei mummie utilizzando un processo chiamato "tecnologia di cattura la realtà", in cui i modelli digitali 3D ad alta risoluzione possono essere realizzati mediante l'elaborazione di dati da foto e scansioni a raggi X.

I visitatori del Museo saranno quindi in grado di esplorare le mummie in un modo simile a quello che gli archeologi fanno quando sono alla ricerca di nuove scoperte di resti antichi. "Puntiamo a stabilire un nuovo standard per come i musei lavorano con la digitalizzazione 3D e la visualizzazione interattiva per rendere le collezioni più accessibili ad altri musei, a ricercatori e visitatori del museo", ha dichiarato Thomas Rydell dell'Istituto svedese Interactive. "In questo progetto stiamo lavorando con le mummie, ma gli stessi metodi possono essere utilizzati su un'ampia varietà di oggetti, come ad esempio gli oggetti di storia naturale e altri manufatti storici."

I visitatori del museo utilizzare le immagini in alta risoluzione per scoprire i dettagli come ad esempio  i segni di intaglio su un sarcofago. Essi saranno inoltre in grado di "scartare" una mummia, staccando da essa "strati virtuali" del confezionamento ed esplorare così i manufatti sepolti con il corpo.

"Possiamo creare una copia virtuale della mummia. Questa versione potrebbe essere condivisa con altri musei ed essere utilizzato per la ricerca o essere parte di un'esperienza interattiva del visitatore", ha aggiunto il signor Rydell.

laser scanner su sarcofago

Il lavoro nasce da una collaborazione tra i ricercatori di visualizzazione svedesi, il Museo Medelhavsmuseet a Stoccolma e le aziende Autodesk e Faro.

"La tecnologia permetterà ai nostri visitatori di acquisire una comprensione più profonda degli uomini e delle donne all'interno delle bende della mummia", ha detto Elna Nord, produttore della mostra.

"Strato per strato, il visitatore può scartare la mummia e acquisire la conoscenza del sesso del soggetto, l'età, le condizioni e le convinzioni di vita. Con l'aiuto della tecnologia, le mummie diventano tanto più forti mediatori della conoscenza del nostro passato."

 

Fonte: BBC 

 

Ultima modifica il Giovedì, 12 Febbraio 2015 17:33

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo