NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Mercoledì, 15 Ottobre 2014 11:02

Open Knowledge Foundation aderisce ad Europeana

open-knowledge-foundationOpen Knowledge è una organizzazione no-profit che promuove la conoscenza aperta, compresi i contenuti aperti e dati aperti. Open Knowledge ospita oltre 20 gruppi di lavoro: gruppi di dominio-specifici che si concentrano sulla discussione e attività intorno a una data area di conoscenza aperta. OpenGLAM è un'iniziativa gestita da Open Knowledge dal 2012 per la promozione dei contenuti culturali aperti.

Il gruppo di lavoro OpenGLAM è una rete globale di persone che lavorano per aprire dati e contenuti culturali, detenuti da istituti GLAM. La comunità OpenGLAM fornisce la documentazione per le istituzioni culturali che vogliono aprire i loro dati e contenuti e regolarmente organizza eventi e workshop che riuniscono gruppi che si impegnano a costruire Open Commons culturali.
Con tali grandi credenziali di OpenGLAM è sembrato naturale per Open Knowledge partecipare al progetto Europeana Space a cooperare sul WP3 - The Space Content.

Open Knowledge fornirà un 'Knowledge Base' su una 'Piattaforma di scambio di contenuti open' noto come 'OpenContent piattaforma di scambio' di contenuti. Questa piattaforma sarà composta da raccolte di dominio pubblico e da materiali in contenuto aperto relativo al valore di pubblico dominio digitale e best practice sulle licenze aperte. Una particolare area di messa a fuoco sarà la monetizzazione dei contenuti aperti di Europeana dalle industrie creative e le sfide che questo pone relativamente a diritti di proprietà intellettuale.
La piattaforma di scambio OpenContent aiuterà nella risposta, in un modo accessibile e user-friendly, alla domanda "Che cosa vogliono sapere coloro che lavorano nelle industrie creative o cosa fare per consentire loro di riutilizzare i contenuti di Europeana?" Domande da coloro che lavorano nelle industrie creative possono includere:
Qual è la licenza del contenuto? Che cosa significa la licenza? Cosa posso fare con il contenuto? Posso guadagnare da questi contenuti? […]
Si prevede che i risultati della piattaforma informeranno ulteriori ricerche e politiche nel settore dei beni culturali, in particolare intorno a modelli di business per i contenuti culturali aperti. Tutte le aree scarsamente coperte nei materiali attualmente disponibili saranno identificati con l'intenzione di 'colmare le lacune'.

La piattaforma di scambio OpenContent sarà una piattaforma on-line, accessibile al pubblico, composto da:
-Link per aprire contenuti messi a disposizione attraverso la piattaforma di scambio, sia da parte dei partner del progetto Europeana Space e della più ampia comunità dei beni culturali;
- Blog post e articoli su open content forniti dai partner di EuropeanaSpace e il più ampio ambito culturale che presenta questo materiale tematico in modo altamente curato per massimizzare l'interesse in esso;
- Documentazione sul rilascio delle licenze aperte sia per i fornitori e gli utilizzatori di contenuti aperti in modo che entrambe le parti comprendano appieno le implicazioni tecniche e giuridiche del loro lavoro e fare il miglior uso del suo carattere aperto;
- Materiali sul riutilizzo dei materiali con licenza aperta mirati al settore creativo, tra cui manuali su come procurarsi opere di dominio pubblico provenienti da altri archivi
Una prima versione della piattaforma di scambio OpenContent sarà pronta nei primi mesi del 2015, la versione completa è prevista per febbraio 2016.


Fonte: Digital Meets Culture (Scritto daLieke Ploeger eMarieke Guy, Open Knowledge Foundation)

 

 

Ultima modifica il Giovedì, 12 Febbraio 2015 17:35

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Sea Drone Gallipoli
/div>

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo