NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Venerdì, 15 Aprile 2016 10:36

Terra delle gravine e innovazione nei beni culturali: due giorni di studio

Due incontri per toccare con mano l’innovazione applicata al settore dei Beni Culturali, con una particolare attenzione a tutela, valorizzazione e impegno dei giovani e del mondo dell’associazionismo. Sabato 16 e domenica 17 aprile Mottola ospita una due giorni nell’ambito del progetto ministeriale People For Forest, dedicato alla gravina di Petruscio e al bosco di Sant’Antuono.  

Primo appuntamento, sabato, con il seminario “Tutela e valorizzazione della Terra delle Gravine: esperienze, strumenti e progetti innovativi” (dimora storica Casa Isabella, dalle 9 alle 13). Il giorno successivo workshop “Il villaggio rupestre di Petruscio: nuove tecnologie di rilievo dell’architettura e del paesaggio” (gravina di Petruscio, The Factory, inizio ore 9). La due giorni è organizzata dall’Ats vincitrice del bando (che vede insieme le associazioni “Terre Nostre” come capofila, “I Portulani”, WWF Trulli e Gravine e lo spin off dell’Università di Bari Arcogem srl, con i patrocini di comune di Mottola, Istituto Nazionale di Urbanistica, Puglia Promozione, Touring Club Italiano, CNA Puglia) e l’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della provincia di Taranto.

Esperti relatori si confronteranno sull’argomento, nell’ottica di una condivisione di finalità comuni, in grado di raccontare e promuovere il territorio, sino alla realizzazione di un vero e proprio piano di gestione partecipata. L’iniziativa, partita nei mesi scorsi, sta registrando una grande attenzione tra gli addetti ai lavori e non solo, dal momento che mette insieme ricerca (in ambito archeologico, geologico e forestale), coinvolgimento di esperti, scuole e cittadinanza (laboratori, forum permanente, workshop, escursioni), ma anche messa in sicurezza dei luoghi e ricostruzioni 3D. Il progetto si caratterizza per un’attenzione a innovazione e tecnologia (con ricostruzioni 2 e 3D, realtà aumentata, ecc.) che, già nell’immediato e attraverso sistemi di fruizione mobile, darà la possibilità di sovrapporre alle rovine la ricostruzione virtuale e originaria dei luoghi. Per fare questo, sono stati coinvolti giovani ricercatori italiani che lavorano presso il dipartimento di Archeologia e Storia Antica dell'Università di Lund (Svezia) nel cui curriculum vitae si annoverano anche le ricostruzioni 3D delle domus di Pompei. Insomma, un ponte virtuale tra la terra delle gravine e la Svezia, che ha immediatamente riscosso un grande successo. Basti pensare che, da giorni, il workshop è tutto esaurito.

Per il seminario, previsti gli interventi di Carmela D’Auria (archeologa e coordinatrice del progetto People For Forest), Tommaso Giorgino (agronomo e progettista People For Forest), Dario Cianciarulo (archeologo e responsabile Darteq), Carmelo Torre (professore associato di Estimo c/o il dipartimento di Ingegneria civile e dell’Architettura del Politecnico di Bari), Aldo Patruno, direttore del dipartimento Cultura della regione Puglia. Modera Giovanni Colonna, console Touring Club Italiano. I saluti sono affidati al sindaco di Mottola Luigi Pinto e a Massimo Prontera, Presidente dell’Ordine degli Architetti di Taranto.

 

Programma 16 aprile

Mottola, Casa Isabella ore 9,00-13,00
Seminario
Tutela e valorizzazione della terra delle gravine: esperienze, strumenti e progetti innovativi
Ore 9,00: Iscrizione partecipanti
0re 9,30: Inizio  lavori e saluti
Luigi Pinto, Sindaco di Mottola
Massimo Prontera, presidente ordine degli architetti di Taranto
Modera: Giovanni Colonna, console Touring Club Italiano
ore 9,30; Carmela D’Auria, archeologa e coordinatrice del progetto People For Forest
Terra delle gravine: innovazione tecnologica tra tutela e valorizzazione
ore 10,00: Tommaso Giorgino, agronomo libero professionista, progettista People For Forest
Analisi, pianificazione e gestione del paesaggio in ambito mediterraneo
Ore 10,30: Dario Cianciarulo, archeologo e responsabile società Darteq
Forme innovative di rilievo del patrimonio culturale: information tecnology e augmented reality
Ore 11,00: Carmelo Torre, docente di Estimo c/o il dipartimento di Ingegneria civile e dell’Architettura del Politecnico di Bari e presidente INU Puglia
La fattibilità economico-ambientale dei progetti di valorizzazione del patrimonio delle gravine
Ore 11,30: Aldo Patruno, direttore del dipartimento Cultura della regione Puglia
La riqualificazione dei beni pubblici tra tutela, valorizzazione e innovazione come occasione di sviluppo per il Mezzogiorno
Ore 12,00: Massimo Bray, direttore dell’Enciclopedia Treccani ed ex ministro dei Beni e delle Attività culturali
Economia sociale, no profit e valorizzazione dei beni pubblici
Ore 12,30: Chiusura lavori e dibattito

 

OBIETTIVI FORMATIVI

    Rafforzare le conoscenze nel campo della progettazione e pianificazione ambientale delle aree protette
    Rafforzare le conoscenze nell’ambito della redazione di studi di fattibilità tecnico-economica per la valorizzazione del patrimonio ambientale e paesaggistico
    Rafforzare le conoscenze nel campo dell’ICT applicata al rilievo e alla rappresentazione

Saranno conferiti 4 crediti formativi professionali riconosciuti dall’ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Taranto

 

Programma 17 Aprile

Mottola, Gravina di Petruscio – The Factory ore 9,00-18,00

Workshop

Il villaggio rupestre di Petruscio: nuove tecnologie di rilievo dell’architettura e del paesaggio
Gravina di Petruscio (9,00 : 12,00)
ore 9,00: Carmela D’Auria: Introduzione storico-archeologica sulla gravina e il villaggio rupestre di Petruscioore
9,30: Stefan Lindgren: Acquisizione con 3D laser scanner: panoramica della tecnologia, vantaggi e  applicazioni. Acquisizione con 3D laser scanner: test sul campoore
11,00: Danilo Campanaro: Image Based Modelling: panoramica, concetti base, vantaggi, applicazioni, buone pratiche. Test sul campo Software di post processamento dati (Photoscan/Meshlab): concetti generali e principali funzioni
ore 12,00: Dario Cianciarulo: Realtà aumentata (AR): introduzione. Simulazione di un AR con un pannello turistico
ore 13,00: pausa pranzoSede The Factory, piazza Semeraro (14,00 : 18,00)
ore 14:00: Carmela D’Auria: apertura sessione pomeridianaore
ore 14,15: Stefan Lindgren: Software di post-processamento dati da 3D Laser Scanner e Meshlab: concetti generali e principali funzioni. Test in aula
Ore 15,30: Danilo Campanaro: Post-processamento dati image based 3D Modelling, AgisoftPhotoscan: concetti generali e principali funzioni. Test in aula
Ore 17,00: Dario Cianciarulo: Fotosfere e video 360: introduzione
Creazione di fotosfere e video 360. test in aulaDiscussioneChiusura workshop

Docenti:
Danilo Marco Campanaro, Research assistant, Department of Archaeology and Ancient History, Lund University
Stefan Lindgren, Research Engineer,  Humanities Laboratory, Lund University.
Dario Cianciarulo, archeologo responsabile Darteq
Carmela D’Auria, archeologa libera professionista coordinatrice del progetto People For Forest


OBIETTIVI FORMATIVI

Rafforzare le conoscenze nel campo dell’ICT applicata al rilievo e alla rappresentazione

POSTI LIMITATI. PARTECIPAZIONE GRATUITA CON PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA ENTRO IL 13 APRILE

Saranno conferiti 7 crediti formativi professionali riconosciuti dall’ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Taranto


Fonte: Darteq, People for forest (www.peopleforforest.org)

Ultima modifica il Venerdì, 15 Aprile 2016 10:50

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo