NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

TECHNOLOGYforALL 2016 per i Beni Culturali

Smart Cultural Heritage, valorizzazione e fruizione dei beni culturali, monitoraggio e controllo dei monumenti e dei siti archeologici, rilievo dalla piccola alla grande scala, sistemi e soluzioni ICT per la gestione, fruizione e conservazione dei beni culturali, bandi e finanziamenti europei, indoor e outdoor positioning, e poi ancora droni, gis, laser scanner, rilievo e stampa 3D, radar, remote sensing, sensori di monitoraggio, ricostruzione 3D per la memoria storica, questi i temi e le tecnologie per i Beni Culturali che verranno trattate al Forum TECHNOLOGYforALL 2016.

Un workshop in campo il 28 aprile a Castel Gandolfo consentirà di vedere all’opera le tecnologie. A seguire saranno proposti i laboratori creativi in molte parti d’Italia per elaborare ed applicare i dati acquisiti in campo. Il 17 e 18 maggio a Roma tutti gli argomenti verranno ripresi nella Conferenza che si svolgerà presso il Centro Congressi “Roma Eventi - Fontana di Trevi”.  Alla Conferenza è abbinato un Salone Espositivo nel quale saranno presenti tutte le tecnologie utilizzate in campo (apparati e sensori) ed in sede di laboratori creativi (software).

Giunto alla sua terza edizione, il Forum TECHNOLOGYforALL si occupa delle tecnologie per il territorio, i beni culturali e la smart city. Il Forum è organizzato da mediaGEO, società che opera nel campo della comunicazione tecnica e scientifica nei settori delle tecnologie applicate al Territorio, all’Ambiente, ai Beni Culturali e alla Smart City. Pubblica  leriviste GEOmedia e Archeomatica, gestisce i media web GEOforALL.it, Archeomatica.it e SMARTforCITY.it e le relative newsletter. Organizza eventi fra i quali il Forum TECHNOLOGYforALL.


Vai al sito www.technologyforall.it

 

Sostieni la rivista Archeomatica ed il sito Archeomatica.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata ai beni culturali, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

/div>

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo