NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Martedì, 08 Aprile 2014 09:59

Lo Stato dell'Arte 12

lo-stato-dell-arte12Si svolgerà dal 23 al 25 ottobre 2014 presso la Sala Napoleonica dell'Accademia di Belle Arti di Brera a Milano il Convegno "Lo Stato dell’Arte 12", Congresso Nazionale dell'IGIIC (Gruppo Italiano dell'International Institue for Conservation). La scadenza per l'invio di abastract è il 14 aprile 2014. 


Al momento della presentazione dell’abstract è necessario che almeno uno degli autori sia regolarmente iscritto all’IGIIC 2014. Si richiede un abstract di una pagina, senza immagini che dovrà vertere su una delle seguenti aree tematiche:

AREE TEMATICHE

I restauri per eventi espositivi: l’EXPO 2015 e altre realtà nazionali
questa area è dedicata alla presentazione di problematiche di intervento e di conservazione su opere destinate ad eventi espositivi, facendo riferimento alle regolamentazioni, agli approcci operativi e alle attività correlate.

Beni culturali in emergenza
questa area tematica è rivolta alla presentazione di esperienze recenti a confronto, riflessioni su aspetti positivi e criticità del sistema di azione e prevenzione messo in atto nei casi di calamità naturali con particolare riferimento ai beni mobili danneggiati e ai metodi di recupero degli stessi, nonché alle problematiche di formazione per gli operatori di emergenza in merito all’approccio nel recupero e immagazzinamento dei beni culturali.

Problematiche di progettazione e di intervento
questa area tematica è rivolta alle riflessioni su specifiche problematiche di intervento, connesse allo stato del manufatto, e soluzioni adottate nella scelta dei materiali, metodi applicativi. Saranno valutati con particolare attenzione contributi che evidenzino il carattere innovativo dell’intervento e la riflessione sulle scelte adottate. Vengono altresì considerati in questa area lavori che presentino carattere interdisciplinare attraverso la presentazione di case studies di progettazione esecutiva e portati a compimento, realizzati con il contributo dei diversi soggetti coinvolti nel restauro e nella conservazione (storici, scienziati, restauratori), completi di risultati scientifici e riflessioni critiche sul caso trattato.

Ricerche e studi applicati
questa area tematica è rivolta ad esempi di studi applicati a specifiche problematiche di intervento, oppure di ricerca in laboratorio in cui siano evidenziate, quanto più possibile, le azioni messe in atto per il controllo dei risultati, sia per quanto riguarda la qualità e la progettazione degli interventi, sia per quanto riguarda le scelte operate sui materiali che per le tecnologie.

Conservazione preventiva
(vd definizione di conservazione preventiva emanata nel 2008 a New Delhi da ICOM-CC)
questa area tematica è rivolta alle azioni messe in atto sul patrimonio culturale con lo scopo di diminuire il deterioramento futuro di una o di un insieme di opere e si pone l’obbiettivo di esporre casi concreti di: valutazione e gestione di rischi, sicurezza, controllo climatico, organizzazione di depositi, piano di emergenza e formazione di pubblico e personale.

Sostenibilità nella conservazione del patrimonio culturale
questa area tematica si propone di esaminare gli aspetti di sostenibilità ambientale, sociali ed economici nel campo della conservazione e del restauro del patrimonio culturale. Aspetti che portano a riconsiderare un certo numero di pratiche conservative, a sviluppare nuove ricerche e a produrre nuove conoscenze tra scienze umane, scienze dei materiali, scienze della natura e dell’informazione. Saranno valutati con particolare attenzione i contributi che trattino di: riduzione dei costi nella climatizzazione dei depositi, materiali e trattamenti nuovi e non tossici, la digitalizzazione come strategia di conservazione e le soluzioni di conservazione tradizionali o reperibili nelle aree di provenienza.

 

QUOTA DI PARTECIPAZIONE

La partecipazione al congresso prevede una quota di partecipazione, suddivisa nel seguente modo:

quota intera: € 185,00
quota ridotta: € 145,00
(soci IGIIC, GE-IIC e studenti)

quota per un solo giorno: € 110,00
quota ridotta per un solo giorno: € 90,00
(soci IGIIC, GE-IIC e studenti)

La quota d’iscrizione alle 3 giornate (intera/ridotta) di congresso, comprende una copia del Volume degli Atti, tutti i coffee break e i lunch offerti e tutte le iniziative
culturali esterne al congresso organizzate per l’occasione.

La quota d’iscrizione alla singola giornata di congresso (intera/ridotta), comprende una copia del Volume degli Atti, i coffee break e lunch della giornata, dove previsto.

 

Scarica la Brochure

Ulteriori informazioni su www.igiic.org

 

Fonte: IGIIC

 

Ultima modifica il Giovedì, 12 Febbraio 2015 17:34

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo