NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

"Frammenti", in Sardegna una mostra sui metodi e le tecniche del restauro archeologico

Dal 6 Febbraio a presso il Centro Restauro Li Punti è aperta la mostra “Frammenti. Metodi e tecniche del restauro archeologico” che grazie all'esposizione di reperti e l'aiuto di video e immagini racconta il patrimonio archeologico della Sardegna.

Allestita nella Galleria espositiva del Centro di Restauro dei Beni Culturali di Li Punti - Sassari, offre al visitatore la possibilità di ammirare oggetti preziosi in alcuni casi esposti al pubblico per la prima volta, di avvicinarsi ai principi e alle tecniche del restauro passato e attuale, e di osservare direttamente il lavoro dei restauratori nei laboratori del Centro.

La mostra ha anche finalità divulgativa e didattica volendo far conoscere il lavoro dei restauratori. Sono organizzate alcune dimostrazioni pratiche del restauro, della riproduzione 3D dei reperti e dell’archeologia sperimentale. L'esposizione è finanziata dalla Direzione regionale dei beni culturali e paesaggistici della Sardegna del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo mediante il progetto comunitario Por Fesr Sardegna 2007 - 2013,

 

La mostra rimarrà aperta al pubblico dalle ore 9.30 alle 19.00 il 6 e 7 febbraio e ogni prima domenica del mese. Dal 8 febbraio 2016, visite guidate, dal lunedi’al venerdi, con richiesta di prenotazione telefonica o tramite modulo web.

Il Centro di Restauro dei Beni Culturali si trova in Via Lorenzo Auzzas, 3 a Li Punti, Sassari.

 

Fonte: Soprintendenza per i Beni Archeologici per le province di Sassari e Nuoro, La Nuova Sardegna

 

Sostieni la rivista Archeomatica ed il sito Archeomatica.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata ai beni culturali, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

/div>

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo