NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Lunedì, 17 Marzo 2014 16:38

Dal 24 aprile al 4 maggio tornano le Invasioni Digitali

invasionidigitali2014In tutta Italia dal 24 aprile al 4 maggio 2014 torna l'iniziativa delle "Invasioni Digitali" dedicata a promuovere i luoghi della cultura mediante un'iniziativa collaborativa dal basso. L'anno scorso l'evento ha riscontrato un ottimo consenso tra i giovani e gli appassionati di musei e nuove tecnologie e tra tutti coloro che desiderano un rilancio della cultura in Italia e delle potenzialità dei social network per la valorizzazione dei beni culturali.

Le invasioni digitali sono nate nel 2013 da un'idea di Fabrizio Todisco in collaborazione con la Rete di travel blogger italiani di #iofacciorete, Officina turistica, Instagramers italia e l’Associazione Nazionale Piccoli Musei. Obiettivo primario della manifestazione è diffondere e promuovere il ricco patrimonio culturale italiano mediante internet e i social media. L'orizzonte è ampio e mira a coinvolgere un pubblico sempre maggiore per avvicinarlo alla cultura.

"L'accelerazione della rivoluzione digitale - si legge nella presentazione - può contribuire in maniera esponenziale allo svecchiamento delle istituzioni culturali e favorire una concezione “aperta e diffusa” del patrimonio culturale. Siamo ormai da anni di fronte ad un radicale cambiamento fondato, soprattutto, su quelle nuove forme di socializzazione e di interazione con la domanda, grazie alle nuove piattaforme digitali e sociali del web. Attraverso di esse, si tende ad incoraggiare la conoscenza e la partecipazione a livello educativo e creativo, aumentando e personalizzando l’appeal dell’offerta culturale, e ad attivare nuovi meccanismi di interazione e confronto della produzione e fruizione della proposta culturale. Per questi motivi non parliamo più di pubblico dell’offerta culturale ma di partecipanti all’offerta culturale [...]. Da questi presupposti nasce Invasioni Digitali,un progetto  rivolto a diffondere la cultura digitale e l’utilizzo degli open data, formare e sensibilizzare le istituzioni all’utilizzo del web e dei social media per la realizzazione di progetti innovati rivolti alla co-creazione di valore culturale oltre che alla promozione e diffusione della cultura".

 

Nella prima edizione in una settimana sono state organizzate 225 invasioni per un totale di 9434 invasori presenti che hanno conviso la propria esperienza culturale con il tag #invasionidigitali e pubblicando immagini e video realizzate con smartphone, videocamere e macchine fotografiche e commenti sui social network Facebook, Twitter (circa 23.000 tweet), Instagram (più di 7000 fotografie), Pinterest (più di 550 pin) e Youtube.

Ne mesi successivi l'iniziativa è stata presentata in diversi eventi in Italia e all'estero tra cui il Convegno Internazionale Digital Heritage svoltosi lo scorso ottobre a Marsiglia e la Conferenza Museums & Web Florence 2014 a febbraio. Il team ha inoltre recentemente annunciato la propria partnership con l'iniziativa #beniculturaliaperti promossa dall'Open Knowledge Foundation per promuovere la diffusione degli open data dei beni culturali. 

 

Anche quest'anno è possibile partecipare alle Invasioni come "invasore" organizzando e promovendo una visita ad un museo, un sito archeologico o qualsiasi altro luogo culturale che si ritenga degno di essere valorizzato e raccontato (Linee Guida). 

 

Per ulteriori informazioni visitare il sito: www.invasionidigitali.it

 

Fonte: Invasioni Digitali

 

Ultima modifica il Giovedì, 12 Febbraio 2015 17:34

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo