NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Archeo Sat, uno sguardo sul passato dallo spazio

Archeo satLe tecnologie spaziali come strumento per indagare il passato e tutelare il patrimonio culturale: è questo il fulcro della mostra fotografica “ARCHAEO > SAT – from space a window on the past”, aperta dal 3 all’8 giugno 2013 presso la Mediateca di Matera (Piazza Vittorio Veneto). La mostra si inquadra nell'ambito delle attività congressuali dell'EARSel Symposium 2013 "Towards Horizon 2020: Earth Observation and Social Perspectives", in programma a Matera dal 3 al 6 giugno 2013.

La mostra è curata da EARSeL, dagli istituti IMAA e IBAM del CNR e dall’Agenzia Spaziale Italiana, che vi ha preso parte con il centro CIDOT (Centro Interpretazione Dati di Osservazione della Terra) sito presso il Centro di Geodesia Spaziale ASI di Matera.

Il percorso espositivo si articola in 14 pannelli che abbinano fotografie di celebri siti archeologici italiani ed internazionali iscritti nel patrimonio mondiale dell'UNESCO (ad esempio, Metaponto, Ercolano, Stonehenge, Nazca, ecc…) a immagini SAR e COSMO-SkyMed.

I dati SAR insieme con quelli ottici sono stati opportunamente selezionati ed elaborati per evidenziare il potenziale informativo per la ricerca di siti archeologici sepolti, lo studio delle dinamiche di trasformazione ambientale in relazione alla frequentazione umana nell’antichità e l’analisi dei fattori di rischio.

 

SCARICA LA LOCANDINA

 

Fonte: ASI

 

Sostieni la rivista Archeomatica ed il sito Archeomatica.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata ai beni culturali, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

/div>

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo