NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Hackathon di Fotogrammetria: elaborazione immagini & software testing con PIX4D, PhotoScan, 3DF Zephyr e Micmac.

Con la nuova versione 4.0 di 3DF Zephyr Aerial l’intero processo di ricostruzione è stato migliorato drasticamente con dei tempi di processamento diminuiti considerevolmente nelle fasi di Structure from Motion, Multiview Stereo e generazione mesh – tutto questo addirittura migliorando l’accuratezza degli algoritmi.

In Zephyr è possibile, inoltre, importare una grande quantità di dati laser scanner ed integrarli al dato fotogrammetrico. Le scansioni possono essere registrate (unite fra loro) ed è possibile effettuare varie operazioni di post-processing (estrazione di sezioni e curve di livello, creazione di ortofoto, ecc...) ed esportare il tutto in ambiente CAD.

Elaborazione rilievo fotografico di Porta Portello
Le 115 fotografie da drone sono state importate all’interno del software e, tramite un processo completamente automatico, è stata ricostruita la nuvola di punti sparsa che permette di visualizzare i punti di scatto di ogni singola fotografia. Tutto questo in soli 13:55 minuti.

 nuvola di punti sparsa.png

 Nuvola di punti sparsa

La nuvola di punti risultante è stata densificata con parametri di default. E’ stata poi generata la mesh a cui è stata applicata successivamente la texture.

 

mesh con texture.JPGMesh con Texture

Dal modello 3D è stata estratta, infine, un’ortofoto nadirale con definizione pari a 1 cm.

Questo software è risultato il più veloce ad effettuare queste operazioni ed è stata riconosciuta, al tempo stesso, un’ottima qualità dell’ortoimmagine generata.

 

dettaglio ortofoto.jpgortofoto nadirale.jpg

Ortofoto nadirale e dettaglio.

 

Fonte: Microgeo

 

 

 

 

Sostieni la rivista Archeomatica ed il sito Archeomatica.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata ai beni culturali, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

/div>

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo