NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Giovedì, 17 Dicembre 2015 15:48

La fotocamera panoramica iSTAR per la conservazione digitale del patrimonio culturale a rischio nel Medio Oriente

La società inglese NCTech, sviluppatore di sistemi di reality imaging, annuncia che la sua fotocamera panoramica iSTAR è stato selezionata per la missione di documentazione digitale di decine di siti culturali a rischio in Siria, Iraq e Medio Oriente.

La missione, denominata Progetto Anqa, è un'iniziativa congiunta tra CyArk, organizzazione non-profit che ha conservato digitalmente decine dei più famosi siti culturali del mondo digitale, e l'International Council of Monuments and Sites (ICOMOS). CyArk e ICOMOS, organizzazione non governativa, globale, dedicata alla conservazione e tutela dei beni culturali, lavoreranno con esperti locali in Medio Oriente per registrare siti culturali utilizzando tecnologie di documentazione come la scansione laser 3D, la fotogrammetria, e il rilievo tradizionale.

Progettato per registrare in modo rapidoo immagini a 360 gradi, iSTAR è una macchina fotografica panoramica che cattura con precisione immagini immersive sferiche e un alto flusso di dati per un'efficiente documentazione visiva di un ambiente.

"L'amato patrimonio nell'antica 'culla della civiltà' è in pericolo, e lo dimostra la distruzione dei punti di riferimento a Palmira e Mosul", ha detto Ben Kacyra, presidente e co-fondatore di CyArk. "Il Progetto Anqa ha bisogno di sfruttare le tecnologie più all'avanguardia e user-friendly disponibili oggi. A causa della instabilità nella regione, in molti casi si può avere una sola possibilità a farlo, quindi siamo entusiasti del fatto che NCTech si sia unito a noi come partner tecnologico in questa sfida monumentale".

La macchina fotografica panoramica rugged iSTAR 360 gradi (www.nctechimaging.com/istar/) è leggera e ha un ingombro ridotto che la rende facile da trasportare e distribuire. Con il tempo setup nullo, iSTAR non richiede esperienza fotografica per operare e, con la cattura in un unico pulsante, è veloce e facile da usare, sia all'interno che all'esterno.

"Per una missione delicata come questa, dove la velocità di cattura, la qualità dell'immagine e facilità d'uso sono essenziali, iSTAR è uno strumento ideale per catturare rapidamente dettagli della superficie ed integrare i dati 3D di scansione", ha dichiarato Scott Lee, direttore delle operazioni per CyArk.

iSTAR può essere montato e distribuito in vari metodi. Terrestre, con un treppiede standard collegato alla base della telecamera, montato su un veicolo utilizzando o con un UAV per la mappatura aerea.

"Quando abbiamo sentito parlare del progetto Anqa, abbiamo subito riconosciuto la sinergia tra i requisiti del progetto e le prestazioni essenziali di Istar", ha detto Neil Tocher, CTO di NCTech. "E' già utilizzato da organizzazioni di tutto il mondo, molte delle quali operano in ambienti ostili, quindi siamo sicuri che sarà all'altezza del compito."

I dati raccolti dal Progetto Anqa in ogni sede genereranno stampe blu accurate che possono essere utilizzati per ricostruire un sito se si verifica un danno o la sua distruzione, e milioni di persone saranno in grado di provare virtualmente i monumenti digitali tramite una raccolta di dati sul sito di CyArk.

CyArk chiede la nomina di ulteriori siti per la conservazione e l'impegno di fondi per il "Challenge 500" attraverso donazioni tramite il sito web dell'organizzazione.

Fonte: NCTech, CyArk

 

iSTAR Features isons inv3

 


English version

iSTAR Panoramic Camera to Support Digital Preservation of At-Risk Heritage Sites in Syria, the Middle East

NCTech, the developer of reality imaging systems, today announced that its iSTAR panoramic camera has been selected for a mission to digitally document dozens of at-risk sites in Syria, Iraq and the Middle East.

The mission, dubbed Project Anqa, is a joint initiative between CyArk, a non-profit organization that has digitally preserved scores of the world's most famous cultural sites, and the International Council of Monuments and Sites (ICOMOS). CyArk and ICOMOS, a non-governmental, global organization dedicated to the conservation and protection of cultural heritage sites, will work with local experts in the Middle East to record cultural landmarks using reality-capture technologies such as 3D laser scanning, photogrammetry, and traditional survey.

Designed for rapid 360 degree imaging, iSTAR is a panoramic camera that precisely captures full spherical immersive images and high resolution panoramic data streams for efficient visual documentation of an environment.

“The beloved heritage in the ancient 'Cradle of Civilization' is under threat, evidenced by the destruction of landmarks at Palmyra and Mosul,” said Ben Kacyra, president and co-founder of CyArk. “Project Anqa needs to leverage the most cutting edge and user-friendly technology available. Due to the instability in the region, in many cases we may only have one shot at doing it, so we are thrilled that NCTech has joined us as a technology Partner in this monumental challenge.”    

The iSTAR 360 degree panoramic camera rugged, lightweight and has a small footprint making it easy to transport and deploy. With zero setup time, iSTAR does not require photographic experience to operate and, with one-button capture, is fast and easy-to-use either indoors or outdoors.

“For a sensitive mission such as this, where speed of capture, quality of image and ease-of-use are essential, iSTAR is an ideal tool to rapidly capture surface detail and complement 3D scan data,” echoed Scott Lee, Director of Operations for CyArk.

iSTAR can be mounted and deployed in various methods. Terrestrial, with a standard tripod connected into the camera base, vehicle mounted using roof bars, tripod suction feet or secured under a UAV for airborne mapping.

“When we heard about Project Anqa, we immediately recognized the synergy between the project’s requirements and the core benefits of iSTAR,” said Neil Tocher, CTO, NCTech. “It is already used by organizations around the world, many of whom operate in hostile environments, so we’re confident that it will be up to the task.”

The data collected by Project Anqa at each location will generate accurate blue prints that can be used to rebuild a site if damage or destruction occurs, and millions of people will be able to virtually experience the digital monuments via a data library on CyArk's website.

CyArk requests the nomination of additional sites for preservation and the pledging of funds towards its 500 Challenge through donations via the organization's website.

 

Fonte: iSTAR, CyArk

Ultima modifica il Giovedì, 17 Dicembre 2015 16:44

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo