NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Lunedì, 02 Novembre 2015 10:38

Da ENEA un Atlante per l'innovazione tecnologica

Si è svolto a Roma il 29 Ottobre 2015 la seconda tappa del road show nazionale sull’Innovazione Tecnologica per la Competitività, promosso da ENEA e Confindustria per facilitare l’incontro fra domanda dell'industria e offerta della ricerca pubblica. L'evento si è tenuto presso Unindustria, l’Unione degli industriali e delle imprese del Lazio.

Le tecnologie e i servizi presentati fanno parte dell’Atlante dell’innovazione tecnologica, una banca dati con oltre 500 prodotti e servizi innovativi sviluppati dall’ENEA. In questa tappa romana focus su settori strategici per l’economia del Lazio come l’aerospazio, la mobilità sostenibile, la chimica verde e i nuovi materiali. “Attraverso la presentazione di questa ampia offerta tecnologica alle aziende e alle associazioni di categoria che operano sul territorio - spiega Marco Casagni, Vice Responsabile Unità Committenza dell’ENEA – puntiamo ad intercettare le esigenze del tessuto produttivo locale per accrescerne la competitività e indirizzare nuovi filoni di ricerca”.
Partner del Distretto Tecnologico Aerospaziale, l’ENEA ha presentato filtri ottici per la costruzione di strumenti dedicati all’osservazione della Terra durante le missioni spaziali, una tecnologia che trova applicazione anche nel monitoraggio ambientale e nella conservazione dei beni culturali. Con 5 miliardi di euro di fatturato e 30 mila addetti, l’aerospazio è uno dei settori di eccellenza dell’economia della Regione.
Sul fronte della mobilità sostenibile, sono stati presentati prototipi di veicoli elettrici, ibridi e a combustibili innovativi, come le microcar ibride da città Spazia e URB-e e l’autobus di linea che utilizza una miscela di metano e idrogeno MHYBUS. E poi batterie litio-ioni con caratteristiche innovative in termini di ricarica; sistemi di accumulo elettrico per auto da competizione come quello realizzato per il prototipo HiZEV dell’azienda Picchio, in collaborazione con ENEA e il Polo per la Mobilità Sostenibile di Cisterna di Latina (Pomos); software per la stima georeferenziata dei consumi e delle emissioni di flotte di veicoli privati (ECOTRIP©) e per la gestione ottimizzata delle piattaforme di distribuzione delle merci in città (CITYLOG©).
Nel settore dei biocarburanti avanzati l’ENEA porta avanti due principali linee di attività: 1) produzione di bioidrogeno e biogas da scarti organici della filiera agroindustriale e 2) produzione di biocarburanti e chemical con valorizzazione del glicerolo, un sottoprodotto della produzione del biodiesel. Quattro i brevetti illustrati nella tappa romana del road show ENEA e Confindustria: il processo bifase di produzione di bioidrogeno e biogas; il clean-up biologico del biogas mediante ceppi batterici; la rimozione dell’azoto ammoniacale dal digestato con trattamento ad ozono; la bioconversione del glicerolo grezzo in etanolo ed idrogeno.

Destinato ai settori automotive, navale, aeronautico e aerospaziale, lo sviluppo e la qualificazione di processi di saldatura laser e fascio elettronico ha come obiettivo quello di aumentare la produttività e l’efficienza energetica delle costruzioni saldate e di ridurne le distorsioni. Qualche esempio: i brevetti ENEA per la saldatura di leghe ad elevata reattività come il titanio e le innovative tecniche di saldatura per componenti di grande dimensione (laser–arco). Tutte attività sviluppate all’interno del Consorzio per lo sviluppo di applicazioni Industriali del Laser e del fascio Elettronico (CALEF), di cui ENEA è socio di maggioranza.
Infine sono state illustrate soluzioni tecnologiche basate su ceramici compositi rinforzati a fibra lunga. Resistenza alle alte temperature ed al fuoco, basso peso specifico e isolamento termico rendono questi materiali di grande interesse per il settore trasporti, perché riducono il peso della struttura, contribuendo a risparmio energetico e sicurezza. Per queste stesse caratteristiche, i ceramici risultano i materiali ideali per l’integrazione o la sostituzione dei metalli anche nei settori della produzione dell’energia e delle industrie energivore, con benefici potenziali notevoli, sia in termini di efficienza energetica che di riduzione dell’impatto ambientale.


L’Atlante dell’innovazione tecnologica è consultabile all’indirizzo http://www.enea.it/it/ateco. Ogni tecnologia è presentata all’interno di una scheda, con il proprio Technology Readiness Level (TRL) o Livello di Maturità Tecnologica, così come definito dalla Commissione Europea per il programma Horizon 2020. Continuamente aggiornate e consultabili per cluster nazionale, codice Ateco o testo libero, le schede coprono circa venti settori, tra cui energia - comprese fonti rinnovabili e servizi per l’efficienza energetica - agroalimentare, tracciabilità, laser, sensoristica, nuovi materiali e recupero di materiali di valore dalle schede elettroniche.


Il road show nazionale dell’ENEA sull’Innovazione Tecnologica per la Competitività farà tappa prossimamente ad Ancona, Napoli, Bologna, Varese, Treviso e Verona, con incontri organizzati in diretta collaborazione con ‎l’area “Innovazione e Education” di Confindustria.

Fonte: ENEA

 

 

Ultima modifica il Lunedì, 02 Novembre 2015 10:52

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo