NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Lunedì, 25 Gennaio 2016 15:14

Culture Under Threat Map: una mappa dei siti culturali in pericolo

Stanno facendo il giro del mondo le immagini dele Monastero di Sant'Elia, vicino a Mosul, in Iraq, edificio del sesto secolo, il più antico monastero cristiano di tutto l'Iraq, recentemente distrutto dallo stato islamico. Il confronto tra le immagini acquisite da satellite mostrano la totale distruzione del monumento andato perso a settembre 2014.

Numerosi siti del patrimonio culturale mondiale continuano ad essere in pericolo a causa di guerre e degli interventi guidate da organizzazioni terroristiche. Per questo motivo l'Antiquities Coalition di Washington D.C. ha monitorato le attività dell'ISIS verso il patrimonio culturale e, per fornire una rappresentazione grafica dei crimini culturali commessi da questa ed altre organizzazioni estremiste e violente ha creato la Culture Under Threat Map, una mappa GIS nella quale sono segnati i monumenti indicati a rischio di distruzione in Medio Oriente e Nord Africa.

"Nel distruggere siti preziosi come Sant'Elia, Palmyra, il Museo di Mosul, e la Moschea del Profeta Younus," ha detto Deborah Lehr, presidente e fondatore della Antiquities Coalition, "ISIS cerca di intimidire e cancellare l'eredità di diverse comunità dell'Iraq e della Siria, uno sforzo che ha preso di mira i musulmani, cristiani e numerose minoranze etniche".

Culture Under Threat Map è stata creata per illustrare le perdite avute fino ad oggi e le aree in cui la vita e la storia continuano ad essere minacciate. "La nostra speranza è quella di aumentare la consapevolezza della distruzione compiuta dall'ISIS sul nostro patrimonio comune", ha aggiunto Lehr, "Questi attacchi contro la cultura sono in primo luogo gli attacchi contro il popolo dell'Iraq, della Siria, e dell'intera regione. "

"L'ISIS porta avanti anche traffici di antichità rubate utilizzando i profitti illeciti per finanziare la propria campagna di terrore globale. I loro crimini di guerra danneggiano i future fondamenti della pace, della stabilità e la crescita economica per l'Iraq e la Siria, che si basano sul loro ricco patrimonio culturale per un comune senso di identità nazionale e per la creazione di posti di lavoro e d'investimento", ha continuato Lehr.

 

A proposito della mappa

- La mappa interattiva include solo musei e siti designati dall'UNESCO, le cui informazioni sono disponibili al pubblico in modo da non rivelare a ISIS i dettagli di altri punti critici, ma meno conosciuti della storia culturale e religiosa.
- La distruzione dei paesi esaminati ha rivelato almeno 230 siti che sono stati deliberatamente presi di mira o distrutti da ISIS e altre organizzazioni estremiste. Il patrimonio distrutto comprende monumenti significativi dell'antico, dell'età greco-romana, islamica, e periodi moderni.
- La mappa mostra attualmente quasi 700 siti del patrimonio in 22 membri della Lega Araba - 209 Patrimonio Mondiale dell'UNESCO e nell'elenco provvisorio dei siti (34 dei quali in Iraq e Siria), 230 siti danneggiati o distrutti e 277 musei.

PRIMA E DOPO: E' incluso anche un "prima e dopo" guardando i siti cancellati dalla carta geografica da gruppi estremisti in Medio Oriente e Nord Africa dalla primavera araba del 2011.

 

Vai alla Mappa. https://theantiquitiescoalition.org/culture-under-threat-map/

 

Fonte: Antiquities Coalition

Ultima modifica il Lunedì, 25 Gennaio 2016 15:51

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo