NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Archeologi impiegano droni per mappare l'antica arte rupestre venezuelana

Una missione archeologica sta usando i droni per mappare l'antica arte rupestre venezuelana, lo rivela uno studio pubblicato sulla rivista Antiquity. 

Antica di migliaia di anni, l'arte rupestre del Venezuela è molto complessa da raggiungere e da studiare, a causa della sua posizione in zone estremamente selvagge e complesse da raggiungere. Il Cotúa Island-Orinoco Reflexive Archaeology Project mostra al pubblico alcuni dei petroglifi più famosi al mondo, rivelati con un dettaglio senza precedenti grazie ai droni. 

cam mapMappa dei siti analizzati. Credits: Philippe Riris.

Equipaggiati con camere fotogrammetriche, i droni sono stati in grado di creare rendering tridimensionali delle incisioni. Gli archeologi hanno studiato gli intagli nella zona per anni, ma non è mai stato possibile documentare i petroglifi con questo grado di accuratezza.

Il progetto è al suo terzo anno di attività e ha registrato otto gruppi di pannelli intagliati di 2000 anni fa, provenienti da cinque isole nelle rapide Atures del fiume Orinoco (Venezuela), alcuni dei quali sono visibili solo quando i livelli dell'acqua si abbassano. Questi risultati sono stati recentemente pubblicati sulla rivista Antiquity da Philip Riris, membro del progetto e ricercatore post-dottorato presso l'University College London Institute of Archaeology.

cam mapFotografia aerea di petroglifi monumentali di Cerro Pintado con sovrapposizione di immagini potenziate.Credits: Philippe Riris.

Le scansioni di alta qualità delle incisioni, hanno permesso a Riris ei suoi colleghi ricercatori di notare somiglianze tra le incisioni delle Rapide di Atures e quelle trovate in altri siti nella regione, così come in aree più distanti come il Brasile e la Colombia.


Leggi l'articolo completo su Antiquitiy December 2017

Sostieni la rivista Archeomatica ed il sito Archeomatica.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata ai beni culturali, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

/div>

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo