NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Visita virtuale nella capitale

vaticano 3dMilano, Venezia, Firenze e L'Aquila e tante capitali mondiali come Madrid, Parigi, New York, navigabili su internet e da martedì su Google Earth sarà possibile la visita virtuale a 17.000 palazzi della capitale. Così anche Roma diventa tridimensionale.
Dal Colosseo al Pantheon passando per San Pietro, Castel Sant'Angelo e i Fori Imperiali per una visione aerea dei luoghi simbolo della città eterna, ricostruiti in tre dimensioni. «L'eccezionale progetto - spiega Google - segue l'imponente ricostruzione 3D della Roma Imperiale, così come appariva all'epoca dell'Imperatore Costantino».  La Capitale e le sue meraviglie architettoniche sono visitabili virtualmente su Google Earth e Google Maps. Con questo ritratto tridimensionale chiunque, gratuitamente, può ammirare il fascino delle innumerevoli chiese e basiliche, delle maestose piazze, dei suoi obelischi e monumenti di Roma caput mundi: sono più di 17.000, infatti, gli edifici dell'Urbe ricostruiti fino nei minimi dettagli.
Si può contemplare dall'alto la Città del Vaticano, la Basilica di San Pietro e il vicino Castel Sant'Angelo. E si può avere l'effetto di una visione aerea e tridimensionale anche di altri luoghi simbolo della città come il Pantheon, la celeberrima scalinata di Piazza di Spagna o Piazza Navona. Come fare? Una volta scaricato il software Google Earth sul proprio pc, basta digitare il nome della città che interessa sul pannello di navigazione e selezionare 'edifici 3D'. In questo modo sarà possibile fare zoom sull'immagine, cambiare l'inquadratura o ruotare la città con un semplice click del mouse. I modelli tridimensionali sono, per la maggior parte, generati da Google ma includono anche diversi modelli originati da utenti. È possibile, infatti, creare direttamente gli edifici in tre dimensioni con uno strumento ad hoc, il «modellatore» di uffici in 3D.

(Fonte: Corriere della Sera)
{linkr:bookmarks;size:small;text:nn;separator:+;badges:19,20,22,23,24,28}
{linkr:related;keywords:google;limit:5;title:Related+Articles}

Sostieni la rivista Archeomatica ed il sito Archeomatica.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata ai beni culturali, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo