NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Il patrimonio culturale digitale: creazione e conservazione

logo MAB venetoLa salvaguardia del patrimonio culturale digitale, sta diventando oggigiorno una delle esigenze primarie dei nostri tempi. La continua quanto veloce evoluzione degli strumenti di lavoro informatici, la ridotta durabilità dei supporti, la necessità di continui riversamenti e salvataggi, ci porta a doverci confrontare giornalmente con questo tema.

Su questo tema MAB Italia organizza una mattinata di studi per il 13 dicembre 2012 dedicata ai professionisti del patrimonio culturale che vuole essere un primo momento di formazione di respiro internazionale grazie alla presenza di Luciana Duranti  e di Perla Innoncenti, rispettivamente dell’Università British Columbia (Canada) e di Glasgow (UK).  Maria Guercio e Gianni Penzo Doria affronteranno il problema della conservazione, del deposito digitale e dell’amministrazione pubblica e privata.

La mattinata si concluderà con due casi studio, quello dell’archivio digitale dell’Università IUAV presentato da Monica Martignon e quello sul portale Musei Torino presentata da Daniele Jalla.

L'incontro, organizzato con il patrocinio della Regione del Veneto e di Follin Pivato Consulenti del Lavoro Associati, si svolgerà presso l'Aula Tafuri di Palazzo Badoer Università IUAV di Venezia, San Polo 2468.


PROGRAMMA

SCHEDA DI ISCRIZIONE

 

Fonte: MAB

 


Per informazioni e iscrizioni:

MAB Veneto
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

http://www.mab-italia.org

Tel. 389 6291984

 

Sostieni la rivista Archeomatica ed il sito Archeomatica.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata ai beni culturali, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo